Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Superlega-Macron-e-Johnson-Minaccia-a-merito-sportivo-e-Dannosa-per-il-calcio-3fedf4ac-782f-43c5-a4c4-c01c78e08094.html | rainews/live/ | true
SPORT

Gentiloni: "Mi ricorda tanto la New Coca Cola"

Superlega, Macron e Johnson: "Minaccia a merito sportivo" e "Dannosa per il calcio"

Il presidente francese e il premier britannico si dicono contrari. Commissione Ue: "Difendiamo sport basato su solidarietà"

Condividi
Emmanuel Macron e Boris Johnson sono contrari alla neonata Super League del calcio europeo, con il presidente francese che anzi plaude alla scelta dei club transalpini di non aver aderito. È quanto riporta Politico.eu che cita fonti vicine alla questione. Secondo il sito, Macron avrebbe affermato che la Francia sosterrà "tutti i passi" intrapresi dagli organi di governo del calcio per difendere le attuali competizioni europee e che la Superlega "minaccia il principio del merito sportivo". Stesso parere per il premier britannico Johnson che avrebbe sottolineato come la creazione di una Super League sarebbe "molto dannosa per il calcio", aggiungendo di  sostenere le autorità calcistiche nelle loro prossime azioni.

Ue, difendiamo sport basato su solidarietà
"La Commissione Ue difende un modello di sport europeo basato sui principi di autonomia,apertura, solidarietà e interdipendenza delle federazioni internazionali". Queste caratteristiche riguardano "tutti i livelli" dello sport e "devono essere mantenute come parte del dna dell'Ue". Così una portavoce della Commissione Ue commentando le notizie sulla nascita della Superlega. "Invitiamo tutte le parti a tenere conto di questi principi nella valutazione potenziale impatto della proposta", aggiunge la portavoce, sottolineando che alla base delle organizzazioni sportive devono esserci "regole chiare, trasparenti e non discriminatorie".

Sassoli: "Sport di tutti non appannaggio di pochi ricchi"
"Dobbiamo difendere il modello di sport europeo. Sono contrario al calcio che diventa appannaggio di pochi ricchi, lo sport deve essere per tutti". Lo scrive in un tweet il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.

Gentiloni: "Mi ricorda tanto la New Coca Cola"
"La SuperLega mi ricorda tanto la NewCocaCola". Così, con un messaggio via Twitter, il commissario europeo all'Economia, Poalo Gentiloni, tifoso della Juventus, paragona l'annuncio dei 12 club europei alla disastrosa operazione di marketing tentata - e poi ritirata - dal gigante delle bibite a metà degli anni '80 del secolo scorso.Nel 1985 la Coca Cola Company, volendo rivitalizzare il marchio, soprattutto sul mercato Usa, annunciò che cambiava la formulazione dell'omonima bevanda dopo decenni. La tempesta di proteste che seguì determinò una rapida marcia indietro.

Salvini: "Il denaro non è tutto, no ad azzerare storia"
Da tifoso milanista, dovrei essere contento che la mia squadra possa partecipare ad una Superlega europea, incassando un sacco di soldi, a prescindere da merito, impegno e risultati. Ma, da sportivo e da italiano, dico che il denaro non e' tutto, e i milioni non sono sufficienti per azzerare simboli, storia, merito, cuore e passione. Il calcio e lo sport sono di tutti, non di pochi privilegiati. Mi piacciono le vittorie conquistate con il sudore sul campo, non quelle comprate coi milioni in Borsa". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

Letta: "Idea sbagliata e intempestiva"
"L'idea di una Super Lega per i più ricchi club europei di calcio? Sbagliata e decisamente intempestiva. In Europa il modello NBa non può funzionare. Nel calcio e nello sport la forza sta nella diffusione, non nella concentrazione. E nelle belle storie tipo Atalanta, Ajax, Leicester". Così su Twitter il segretario Pd, Enrico Letta
Condividi