Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Sweet-Democracy-la-prima-a-Taranto-il-16-settembre-d0d66603-fce1-478a-bdff-199cc3d27de9.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Cinema

"Sweet Democracy", la prima a Taranto il 16 settembre

Il film denuncia i limiti della libertà d'espressione e di informazione

Condividi
Sweet Democracy è un film dedicato al tema della libertà di stampa, scritto e diretto da Michele Diomà. Il progetto ha visto il ritorno al cinema dopo molti anni dell'attore e scrittore premio Nobel Dario Fo. Nel cast anche Renato Scarpa oltre a Donald Ranvaud, producer candidato agli Oscar per City of God.

Il film è un'opera di satira, in cui vengono analizzati alcuni di quegli elementi che troppo spesso limitano la libertà di informazione, elementi che il regista identifica con le pressioni, che non raramente i giornalisti subiscono da parte di alcune lobby sia industriali che politiche.

Sweet Democracy anche produttivamente è un progetto diverso da gran parte del cinema italiano contemporaneo, in quanto è stato realizzato senza richiedere finanziamenti pubblici.

La prima del film sarà a metà settembre in un evento internazionale a Taranto. La città pugliese non è stata scelta per caso, ma perché ha il triste primato di essere una delle aree geografiche più inquinate d'Europa. Taranto che prova dunque a rispondere con il cinema libero a chi ha attentato alla salute pubblica dei propri cittadini in un connubio tra cattiva industria, pessima politica e quella parte della stampa che ha taciuto per anni sugli effetti provocati dai fumi tossici dell'Ilva. 
Condividi