Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tav-Salvini-vada-avanti-nessuno-potrebbe-fermare-referendum.-Di-Maio-M5s-contro-opera-d2df4933-1d35-400a-8d39-f385f6f630ec.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Infrastrutture

Tav, Salvini: vada avanti, nessuno potrebbe fermare referendum. Di Maio: M5s contro l'opera

Distanze inalterate nel governo sull'alta velocità Torino-Lione all'indomani della consegna della relazione costi-benefici

Condividi
Governo e maggioranza restano divisi sulla realizzazione della Tav, l'alta velocità Torino-Lione, al centro della relazione tecnica sul rapporto costi-benefici dell'opera, relazione consegnata ieri e che secondo alcune fonti esprimerebbe un parere negativo. 

Salvini: spero vada avanti. Nessuno potrebbe fermare richiesta referendum
 "La Tav? Spero non ci sia lo stop dell'opera. Io non ho ancora letto una riga di questa analisi. Tifo sempre per un paese che va avanti",  dice Matteo Salvini al Giornale radio Rai su Radio 1. "Io commento quello che ho visto e letto, in questi mesi ho letto cose mai viste. Io su Tav dico di andare avanti, non mi fido di indiscrezioni giornalistiche. Tuttavia se italiani e torinesi chiedessero un referendum sulla Tav nessuno potrebbe fermare questa richiesta", spiega il vicepremier e ministro dell'Interno a RTL 102.5. E ancora:  "Io sono a favore della realizzazione di Tap e Tav, stiamo facendo  pedemontana, studi sul terzo valico sono a buon punto, quarta corsia dell'autostrada del Brennero, abbiamo sbloccato tanti miliardi per le amministrazioni locali perché i sindaci possono realizzare biblioteche comunali, parchi pubblici, e altre strutture".

Lega in piazza a Torino per il sì sabato prossimo
La Lega sarà in piazza, sabato prossimo a Torino, partecipando al flash mob per il Sì alla Tav. Lo conferma Riccardo Molinari, capogruppo alla Camera. "Siamo pronti a sostenere con forza le ragioni dei Sì Tav - spiega - anche sabato in piazza Castello, a fronte della dichiarata scelta di apoliticità del comitato promotore della manifestazione. La Lega non ha mai avuto dubbi - dice Molinari - la Tav va realizzata: è una risorsa preziosa per lo sviluppo strategico dell'economia piemontese, e di tutto il Paese".

Di Maio: non ho letto la relazione sulla Tav, M5s contro l'opera 
Diversa la valutazione dell'altro vicepremier e leader 5 stelle. "Non l'ho letta, è uno studio preliminare", dice Luigi Di Maio rispondendo a  Radio anch'io a una domanda sull'analisi costi benefici sulla Tav appena consegnata al ministero dei Trasporti. "Aspettiamo il dato ufficiale i tecnici dovranno parlare e dire se quell'opera è un buon investimento. Poi la posizione del Movimento la conoscete da sempre: è contro quell'opera, quei soldi andrebbero utilizzati per migliorare le metropolitane e gli autobus nelle città'".

Toninelli: "Referendum solo in caso di necessità. Su esito analisi confronto maggioranza"
"Di referendum si parla solo in caso di necessità". Così il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli interpellato, a margine dell'evento 'Grow!', sulla possibilità di un referendum sulla Tav nel caso di esito negativo dell'analisi costi-benefici. 

L'analisi costi-benefici sulla Tav è arrivata ma è ancora allo stato di bozza perché deve essere sotytoposta al vaglio di conformità. Tra qualche giorno sarà resa ufficiale, ha detto Toninelli.

Sulla Tav ci sarà un confronto nella maggioranza di Governo, ha detto il ministro delle
infrastrutture e trasporti. "È scritto nel contratto di Governo", ha confermato Toninelli. Una volta fatto l'esame di conformità dell'analisi costi-benefici, ha spiegato, "andiamo a condividerlo con la ministra francese e con la commissaria Ue Bulc, dopodiché la renderemo pubblica e apriremo il dibattito generale e il dibattito all'interno della maggioranza". 

Chiamparino: se c'è il no del governo, tutto il Nord Italia si pronunci
"Se ci sarà un no del governo" alla Tav "chiederò al Consiglio regionale di indire un referendum consultivo a cui, se vorranno, i colleghi di Veneto, Lombardia, Valle D'Aosta e Liguria potranno unirsi in modo da avere una grande giornata in cui tutto il Nord Italia si pronunci sul sì e sul no" alla decisione del governo di bloccare l'opera. Così il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, commentando la possibilità che, a seguito dei risultati dell'analisi costi-benefici sulla Tav, l'esecutivo decida di sospendere i lavori della Torino-Lione. 

Fontana: va fatta, se serve referendum ci siamo 
Per il governatore della Lombardia, invece, l'alta velocità Torno-Lione è necessaria. "Ribadisco quello che ho sempre detto: la Tav è un'opera che serve e che va fatta. Se per raggiungere questo obiettivo è necessario un referendum faremo anche questo",  Attilio Fontana, interpellato dall'ANSA, sulla proposta di referendum consultivo, aperto alle diverse Regioni del Nord, del governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, in caso che il governo decida il no alla Tav. 

Rossi: si perde tempo per le elezioni, governo ci costa 
Per le infrastrutture, fra cui anche la Tav, "pochi mesi prima delle elezioni le cose tendono a fermarsi, non si prendono decisioni: ci sono state le elezioni il 4 marzo, le prossime a maggio, abbiamo perso un anno e mezzo", e questa "è una cosa che un paese moderno non può permettersi, questo governo sta costando troppo", dice Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, intervenendo a Studio24 su Rainews24. "Trovo che tutte le volte non si possa ripartire da capo: c'è un principio di continuità nella Pubblica amministrazione per cui chi subentra non può non tenere conto di ciò che è stato fatto prima, di decisioni prese. La project review era stata già fatta da Delrio, ora si fa ancora. Il paese è fermo: ha bisogno di investimenti e infrastrutture". 
Condividi