Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/The-State-of-the-Union-in-corso-a-Firenze-Renzi-Europa-dopo-stagione-gloriosa-dei-padri-fondatori-noi-figli-non-dobbiamo-vivere-di-rendita-e7fe18f9-9c3f-40bb-b4f3-c5566758172a.html | rainews/live/ | true
MONDO

The State of the Union a Firenze

Renzi: Europa, "dopo stagione gloriosa dei padri fondatori noi figli non dobbiamo vivere di rendita"

Sul tema dell'immigrazione, Renzi ha detto: "se noi diciamo aiutarli a casa loro, non possiamo tagliare sulla cooperazione internazionale" ma "bisogna scommettere e puntare sull'Africa non solo perché è etico, ma è utile"

Condividi
"Dopo la stagione gloriosa dei padri fondatori (dell'Europa, ndr) tocca anche a noi figli non vivere di rendita". Queste le parole del premier Matteo Renzi a Firenze, intervenendo a 'The State of the Union'.

Il Capo del Governo italiano ha sottolineato che "il miglior discorso sull'Europa degli ultimi anni lo ha fatto un non europeo. Lo ha fatto il presidente americano Barack Obama; nei giorni scorsi ci ha ricordato chi siamo, come se avesse tirato fuori la nostra carta di identità che avevamo smarrito".

Affrontando il tema dell'immigrazione, ha detto: "Se noi diciamo aiutarli a casa loro, non possiamo tagliare sulla cooperazione internazionale". Quindi "bisogna scommettere e puntare sull'Africa non solo perché è etico, ma è utile" e occorre porre "attenzione a dare un messaggio in cui le parole che sono pesanti come sassi e pietre vengono usate a casaccio: non c'è alcuna invasione se 38mila persone arrivano in poco più di quattro mesi".

Bisogna evitare di alimentare la paura perché "il primo muro è quello della paura: se si gioca la carta della paura, dei muri, si sa dove si inizia e non dove si finisce". Chiudendo le frontiere "chiudiamo dentro i terroristi" che "sono nati e cresciuti in casa nostra". Poi ha aggiunto che "il terrorismo internazionale ha colpito nel cuore dell'Europa usufruendo di killer locali, nati negli ospedali dove sono nati i nostri figli".

Quindi "o recuperiamo la cultura come elemento di identità oppure stiamo perdendo la sfida". Sul fenomeno della migrazione "troppo spesso l'Europa vuole metterci una pezza, non una strategia di lungo periodo. Con il migration compact, noi proponiamo una soluzione a breve ma anche una lettura a lungo periodo".

Il Presidente del Consiglio poi ha voluto anche rimarcare come grazie all'Italia il "principio della flessibilità è stato affermato". Infatti "nel 2014 abbiamo sottolineato che il fiscal compact e le regole bilancio erano un drammatico errore per come sono concepite, e anche se è giusto avere attenzione ai bilanci, quel modo di concepire il fiscal compact avrebbe provocato un disastro economico".

Secondo Renzi la vera "sfida culturale dell'Europa è la maternità, è il concetto di famiglia". In Italia "l'elemento chiave del Jobs Act è che sono tornati a crescere i mutui, che due ragazzi hanno potuto ricominciare a pensare a se stessi come nucleo capace di creare il futuro e non di aspettare il futuro". 
Condividi