Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tragici-scherzi-con-aria-compressa-prima-di-Napoli-Lodi-e-Pordenone-1bc269b8-d1c4-475e-9431-6edbb731d9c2.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La scheda

I tragici precedenti con l'aria compressa: prima di Napoli, Lodi, Pordenone e Aosta

Il caso del ragazzo seviziato con l’aria compressa a Napoli non è l'unico episodio accaduto in Italia

Condividi
Roma

Il caso del ragazzo seviziato con l’aria compressa nel quartiere Pianura a Napoli non è unico episodio in Italia. Per il 14enne di Pianura si è trattato di una ‘punizione’ perché "troppo grasso", tre precedenti, invece, sono stati frutto di uno stupido e irresponsabile scherzo.

A settembre dello scorso anno, vittima un ragazzo di 17 anni di Aosta che ha riportato la perforazione dell'intestino, oltre a lesioni nell'area genitale e in quella peritoneale, dopo che un compagno di classe gli ha 'sparato' un getto d'aria sul fondoschiena con un compressore.

Ottobre 2011 - un operaio di 49 anni di Aviano (Pordenone) subisce danni gravi all’intestino dopo che un collega, per gioco, gli ha puntato all’altezza del sedere un piccolo compressore utilizzato per sparare i chiodi. Trasportato in ospedale, L.M. è operato d’urgenza per le gravi lesioni subite. Per un anno porta un sacchetto intestinale esterno.

Giugno 1992 - stessa dinamica a Mulazzano (Lodi). Mohammed Abutaher, 32 anni e originario del Bangladesh, si ritrova in prognosi riservata all'ospedale Predabissi di Melegnano. Mohammed stava ripulendo la tuta con la pistola collegata a un compressore d'aria quando un compagno di squadra ha pensato bene di fargli uno scherzo, avvicinandogli la lancia e scaricandolgi l'aria nell'intestino. 

Condividi