Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Tre-schiaffi-anche-Olanda-Verdeoro-ko-neanche-di-bronzo-Finisce-tra-i-lacrime-e-fischi-5a05b9d2-8dd1-425b-833b-66804e01037c.html | rainews/live/ | true
FIFA 2014

Disfatta Brasile

Tre schiaffi anche dall'Olanda. Verdeoro ko neanche di bronzo. Finisce tra lacrime e fischi

Dieci reti subite nelle ultime gare. Crolla il mito della Seleção, che perde anche il terzo posto. A Brasilia l''Olanda si impone con un tondo 3-0 (RIGUARDA LA PARTITA)

Condividi
di Nicola Iannello Non finisce di deludere il Brasile nel Mondiale che doveva consacrarlo.
La nazionale verdeoro perde anche la “finalina” e lascia il terzo posto all’Olanda, che a Brasilia si impone 3-0.

Il pubblico all’inizio prova a sostenere i suoi beniamini, ma poi copre di fischi i giocatori, che ancora hanno nelle orecchie quelli subiti dopo il 7-1 a opera della Germania. Gli ‘oranje’ sembrano aver smaltito la delusione della semifinale persa ai calci di rigore con l’Argentina e ritrovano il loro gioco fatto di possesso palla e accelerazioni improvvise.

All’‘Estadio Nacional Manè Garrincha’
Brasile in magia gialla e pantaloncini bianchi, completo blu gli olandesi. Scolari fa debuttare l’ex interista Maxwell sulla fascia sinistra e dà spazio a Ramires, Willian e Jô. Neymar, accolto dall’ovazione dello stadio, va in panchina a incoraggiare i compagni. Tra gli ‘oranje’ Van Gaal deve rinunciare a Sneijder che si infortuna nel riscaldamento, al suo posto de Guzman.

L’avvio è un altro shock per il Brasile
Robben lanciato a rete da van Persie viene trattenuto da Thiago Silva al limite dell’area, per l’arbitro algerino è rigore ma solo cartellino giallo per il difensore: van Persie trasforma il rigore con un sinistro a incrociare poco sotto la traversa (3’). La reazione brasiliana è debole. L’Olanda ne approfitta. Robben manda Wijnaldum (in leggero fuorigioco) al cross da destra, David Luiz di testa respinge al centro dell’area dove il mancino Blind stoppa di sinistro e fulmina Julio Cesar con un destro di controbalzo (17’). Finalmente Oscar si inventa una serpentina davanti all’area olandese, ma il suo tiro risulta centrale, per la parata a terra di Cillessen. Paulinho e David Luiz non arrivano per pochissimo su una punizione tagliata di Oscar dalla destra. Van Persie ci prova da fuori ma il suo sinistro viene bloccato da Julio Cesar.

Cambia poco nel secondo tempo
Nella ripresa, Scolari mette Fernandinho per Luiz Gustavo e poi Hernanes per Paulinho (57’). Un destro incrociato di Ramires termina di poco alla destra di Cillessen. È poi la volta di David Luiz su punizione, ma il tiro è centrale. L’arbitro ammonisce Oscar per simulazione dopo un contatto con Blind in area olandese, ma il laterale degli ‘oranje’ deve lasciare il campo per il contrasto. Molta confusione in campo, è soprattutto la manovra brasiliana a essere farraginosa, quasi affidata al caso. Su angolo di Robben, per poco Kuyt di testa non beffa Julio Cesar, uscito in ritardo. Nel recupero, Janmaat si sovrappone a Robben sulla destra, il suo cross trova Wijnaldum pronto alla deviazione vincente di destro (91’). Prima del fischio finale, Van Gaal sostituisce Cillessen col terzo portiere Vorm, diventando l’unico ct ad aver utilizzato tutti e ventitré i giocatori a disposizione. Festa olandese e musi lunghi per i brasiliani, increduli al centro del campo dopo l’ennesima delusione.
Condividi