Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trivelle-in-Adriatico-il-Mise-stoppa-il-progetto-Ombrina-e-altre-26-domande-cfb3b3c2-2a58-4a19-8221-3e887979fbb9.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Niente autorizzazione a ricerche offshore entro le 12 miglia

Trivelle nell'Adriatico, il Mise stoppa il progetto Ombrina e altre 26 domande

Condividi

Il Ministero dello Sviluppo economico "rigetta l'autorizzazione" per le ricerche offshore di petrolio e gas a Ombrina e altre 26 domande entro 12 miglia dalla costa. E' quanto scrive in un tweet il portavoce del ministro Federica Guidi.

Ombrina è il progetto petrolifero proposto dalla società inglese Rockhopper (ex Medoilgas), che mirava a trivellare 4-6 pozzi di fronte alla costa di S. Vito chietino (Ch), a 7 km dalle spiagge.
Si tratta del giacimento più contestato d’Italia. Il primo via libera ambientale alla perforazione del pozzo è del dicembre 2007. Nel 2008 il pozzo è stato perforato, è stato trovato il giacimento, contiene greggio, poi la società ha chiesto di potere sfruttare la risorsa. Passati otto anni e diversi governi dal primo via libera, a dicembre 2015 il progetto aveva ottenuto l'autorizzazione dal ministero dello Sviluppo economico, nonostante 10 Regioni italiane si fossero già mobilitate contro le trivellazioni, depositando in Cassazione sei quesiti referendari. L’intenzione: chiedere ai cittadini di esprimersi sulla possibilità di trivellare entro le 12 miglia dalla costa e sul territorio. A gennaio la Corte Costituzionale ha intanto accolto un quesito referendario sulle trivelle. Oggi la marcia indietro del Mise.

La nota del Ministero
Il ministero dello Sviluppo economico ha rigettato dunque tutte le domande di ricerca petrolifera entro le 12 miglia. In totale, fa sapere con una nota, i provvedimenti di rigetto, parziale o totale, riguardano 27 istanze.
"In attuazione delle recenti norme della Legge di Stabilita'", si legge nel comunicato, "le comunicazioni dell'avvenuto rigetto delle istanze di permesso di ricerca e concessione di coltivazione di idrocarburi - tra cui Ombrina mare - rientranti nel perimetro di attuazione della legge di Stabilita' sono da oggi disponibili sul sito del ministero dello Sviluppo economico. Nel dettaglio, sull'ultimo Bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle georisorse sono stati pubblicati in estratto 27 provvedimenti di rigetto, parziale o totale, di istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi ricadenti nelle aree precluse a nuove attivita' ai sensi del comma 239, articolo 1, della Legge di stabilita' 2016. Le 9 istanze interamente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate. Le 18 istanze parzialmente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate per la parte interferente. Con i 27 provvedimenti e' stata data piena attuazione al disposto di legge: all'interno delle aree interdette non insistono piu' istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi".

Condividi