Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Trump-fa-causa-a-Facebook-Favorisce-i-lavoratori-stranieri-6c6b8ca3-2800-4d03-9efe-f6043c1a9677.html | rainews/live/ | true
MONDO

La notizia è stata diffusa dal Wall Street Journal

Trump fa causa a Facebook: "Favorisce lavoratori stranieri"

Il social network accusato di discriminare i lavoratori Usa

Donald Trump
Condividi
Il presidente Trump mette nel mirino il social network.

L'accusa nei confronti del colosso americano Facebook, fondato da Mark Zuckerberg, è di discriminare i lavoratori americani favorendo quelli immigrati. Lo rende noto il Wall Street Journal.

Nel dettaglio, il Dipartimento di Giustizia afferma che il social media "riserva illegalmente le qualifiche più remunerate agli immigrati, nell'ambito della sua campagna per sponsorizzare la residenza permanente di questi lavoratori". Tutto ciò avverrebbe tramite lo schema H-1B visa, che è un visto negli Stati Uniti che consente ai datori di lavoro Usa di assumere temporaneamente lavoratori stranieri in professioni specializzate. Un procedimento che, secondo Trump, andrebbe a discapito dei lavoratori americani.

La denuncia del Dipartimento di Giustizia è raccolta in 17 pagine e mette sul banco degli imputati Facebook per aver "regolamentato" in modo inadeguato almeno 2.600 posizioni tra il 2018 e il 2019 che sono state occupate da lavoratori stranieri con visti di alta qualifica H-1B, proprio nel momento in cui il Social avrebbe fatto domanda di sponsorizzazione per la residenza permanente per i suddetti lavoratori (ovvero la 'Green Card').

In merito all'accusa, la difesa dovrà dimostrare di non essere riuscita a trovare alcun lavoratore americano qualificato a svolgere l'impiego e pertanto avrebbe richiesto l'ottenimento della Green Card per i lavoratori stranieri coinvolti.
Condividi