Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Usa-scontri-dopo-funerale-Baltimora-7-poliziotti-feriti-420bc193-ec42-4579-a6a1-a8ef95cd236b.html | rainews/live/ | true
MONDO

A Baltimora

Usa: scontri dopo i funerali del 25enne nero Freddie Gray: 7 poliziotti feriti

Dopo la commemorazione funebre, in una chiesa battista della città, la tensione è salita, con lancio di oggetti verso le forze dell'ordine. I manifestanti hanno scagliato pietre contro un autobus e le macchine della polizia. In molti avevano cartelli con la scritta 'Giustizia per Freddie Gray'. La Casa Bianca monitora la situazione

Scontri a Baltimora (Ap Photo)
Condividi
Torino Sette poliziotti sono rimasti feriti a Baltimora, negli Stati Uniti, durante gli scontri dopo i funerali del 25enne nero Freddie Gray morto la scorsa settimana dopo l'arresto da parte di alcuni agenti. Se la situazione dovesse peggiorare - ha dtto il capo della Polizia - useremo le misure appropriate per assicurare la sicurezza della comunità". Uno degli agenti feriti - ha aggiunto - non è cosciente. Durante i funerali la tensione che ha caratterizzato gli ultimi due giorni si era allentata. Ma, evidentemente, il caso ha rialimentato le polemiche sulle pratiche della polizia nei confronti degli neri americani dopo i casi Michael Brown ed Eric Gardner. Poi i toni si sono riaccesi vicino a un liceo, da dove un gruppo di "giovani aggressivi", così come li ha descritti la polizia, ha iniziato a lanciare oggetti, inclusi bottiglie e sassi, contro gli agenti in tenuta antisommossa. Gli inviti alla calma e a disperdersi sono caduti nel vuoto.

 Le immagini provenienti dalla cittadina del Maryland mostrano un'auto della polizia in fiamme e una farmacia saccheggiata dai manifestanti. I manifestanti hanno lanciato pietre contro un autobus e le macchine della polizia. Gli agenti antisommossa per ora si mantengono a distanza. Non ci sono stati arresti nè sono stati usati gas lacrimogeni. I manifestanti hanno cartelli con la scritta 'Giustizia per Freddie Gray'. La famiglia del giovane, morto dopo aver riportato una grave frattura alla spina dorsale mentre era in custodia della polizia, aveva chiesto che le manifestazioni fossero pacifiche.

Due giorni fail sindaco della più grande città del Maryland, Stephanie Rawlings-Blake, avevainvitato la popolazione alla calma, dopo le proteste che sabato erano sfociate in manifestazioni violente terminate con l'arresto di 35 persone e il leggero ferimento di sei agenti. La prima cittadina, insieme a 24 leader religiosi di Baltimora, aveva inoltre chiesto ai residenti di onorare "la lunga tradizione di manifestazioni pacifiche e rispettose" in città.
 
Condividi