Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Vaccino-5-11-anni-Palu-Da-lunedi-potremmo-averlo-in-Italia-76d578ba-e442-4574-8a83-214b5f422508.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

"Ema potrebbe anticipare decisione tra oggi e domani"

Vaccino 5-11 anni, Palù: "Da lunedì potremmo averlo in Italia"

"Il quadro sta cambiando" dice il presidente dell'Aifa. E sulla possibilità di obbligo: "Una valutazione verrà fatta progressivamente, ponderata con rischi e benefici"

Condividi
Sulla somministrazione del vaccino contro il Covid-19 ai bambini tra i 5 e gli 11 anni, "l'Ema potrebbe anticipare una decisione tra oggi e domani", in anticipo rispetto alla data prevista del 29 novembre. Lo ha affermato Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del Farmaco e membro del Comitato tecnico scientifico, ai microfoni di SkyTg24. Se la decisione dell'Ema arriverà entro dopodomani, ha ipotizzato Palù, "da lunedì potremmo avere in Italia il vaccino per i bambini".

"Non è escluso l'obbligo"
Palù non esclude l'obbligo del vaccino anti-Covid per la fascia 5-11 anni. Si tratta - ha spiegato a SkyTg24 - di "una valutazione che verrà fatta progressivamente, ponderata con rischi e benefici. I dati dell'epidemia ci stanno dicendo che la categoria 5-11 anni è quella che presenta il maggior numero di casi incidenti. Il quadro sta cambiando e anche i bambini sono ricoverati e non hanno patologie concomitanti, il rischio dell'infezione sta diventano molto superiore al rischio del vaccino che negli studi non esiste".

"Crescita dei contagi lineare"
"Assistiamo ad una crescita dei  contagi non esponenziale ma lineare, alcune Regioni superano la soglie critiche per i ricoveri in area medica e in terapia intensiva. Molta  attenzione ad evoluzione pandemia" ha poi spiegato il presidente dell'Aifa.
Condividi