Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Violenze-nel-carcere-di-S.Maria-Capua-Vetere-Ministra-Cartabia-Oltraggio-alla-divisa-tradita-la-Costituzione-f692726d-65c3-4718-801c-702cb4333edc.html | rainews/live/ | true
ITALIA

I pestaggi nel penitenziario campano

Violenze nel carcere di S.Maria Capua Vetere. Cartabia: "Oltraggio a divisa, tradita Costituzione"

La Ministra della Giustizia condanna senza mezzi termini i fatti del 6 aprile 2020 nel penitenziario campano.  "Un'offesa e un oltraggio alla dignità della persona dei detenuti e anche a quella divisa che ogni donna e ogni uomo della Polizia Penitenziaria deve portare con onore, per il difficile, fondamentale e delicato compito che è chiamato a svolgere"

Condividi
Le immagini scioccanti diffuse ieri provocano reazioni a catena. Durissima oggi la Guardasigilli, Marta Cartabia.   "Un'offesa e un oltraggio alla dignità della persona dei detenuti e anche a quella divisa che ogni donna e ogni uomo della Polizia Penitenziaria deve portare con onore, per il difficile, fondamentale e delicato compito che è chiamato a svolgere". Davanti ai video pubblicati di quanto accaduto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere l'anno scorso, il 6 aprile 2020 - fatti salvi gli ulteriori accertamenti dell'Autorità Giudiziaria e tutte le garanzie per gli indagati -la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, parla di "un tradimento della Costituzione".

L'indignazione della politica
Presa di posizione che arriva dopo che molti esponenti politici avevano chiesto alla Ministra  di riferire in aula sulle violenze delle guardie carcerarie dell'istituto di detenzione nei confronti di alcuni detenuti e parla di "abusi intollerabili".

"Abusi così intollerabili non possono avere cittadinanza nel nostro Paese. A maggior ragione gravi perché ascrivibili a chi deve servire lo Stato con lealtà e onore", dice il segretario Dem, Enrico Letta interpellato dal quotidiano Domani, che ieri ha diffuso le immagini.

"Siamo profondamente indignati per le notizie che stanno emergendo sulle violenze degli agenti della polizia penitenziaria perpetrate nei confronti dei detenuti del carcere di Santa Maria Capua Vetere - dice Piero De Luca, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera - Sono inaccettabili e vergognose in un Paese civile. Il Gruppo PD chiede che la ministra Cartabia riferisca in Parlamento su quanto accaduto".

Le immagini dei pestaggi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere "sono sconcertanti, credo che la strada sia sempre stare dalla parte della legalità", aggiunge la responsabile Giustizia del Pd, senatrice Anna Rossomando. "Occorre fare chiarezza e procedere immediatamente ove vengano accertate delle responsabilità".

Questa mattina dopo una riunione straordinaria al Ministero della Giustizia sulla situazione nel carcere campano, il ministero della Giustizia aveva annunciato la sospensione dei 52 indagati:  "Una volta ricevuta formale trasmissione da parte dell'Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere dell'ordinanza di custodia cautelare, sono state immediatamente disposte le sospensioni di tutti i 52 indagati raggiunti da misure di vario tipo. Il Dap sta valutando ulteriori provvedimenti anche nei confronti di altri indagati, non destinatari di iniziative cautelari, e ha disposto altresì un'ispezione straordinaria nell'Istituto del casertano, confidando nel pronto nulla osta dell'Autorità Giudiziaria". 

Sconcertati dalle immagini diffuse, i partecipanti hanno espresso la più ferma condanna per la violenza e le umiliazioni inflitte ai detenuti, che non possono trovare né giustificazioni né scusanti. 

La Ministra ha chiesto approfondimenti sull'intera catena di informazioni e responsabilità, a tutti i livelli, che hanno consentito quanto accaduto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere; e un rapporto a più ampio raggio anche su altri istituti. 

Il Dap sta valutando ulteriori provvedimenti anche nei confronti di altri indagati, non destinatari di iniziative cautelari, e ha disposto un'ispezione straordinaria nell'Istituto del casertano. La Ministra ha inoltre sollecitato un incontro con tutti gli 11 Provveditori regionali dell'Amministrazione penitenziaria, che il Dap sta già organizzando, e un analogo incontro con tutte le rappresentanze sindacali già fissato per il 7 luglio. 

E non si placa l'indignazione politica, sempre tramite il quotidiano Domani il Pd accusa Matteo Salvini di "ambiguità''. "Giovedì sarò a Santa Maria Capua Vetere per portare la mia solidarietà agli agenti della penitenziaria. La Lega sarà sempre dalla parte delle Forze dell'Ordine", sono state le parole del leader della Lega. "Chi sbaglia paga, soprattutto se indossa una divisa, ma non si possono coinvolgere tutti gli uomini e le donne della Polizia Penitenziaria - aggiunge oggi il numero uno del Carroccio - serve rispetto per chi indossa una divisa, i singoli errori vanno puniti". "Le immagini diffuse da Il Domani e che abbiamo visto tutti sono inequivocabili e disgustose", secondo il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni - una vera e propria spedizione punitiva da parte di uomini in divisa che dovevano rappresentare lo Stato democratico. Comportamenti inconcepibili e inaccettabili."

Nessun commento da parte di Giorgia Meloni, interpellata da Domani. 'Il quotidiano Domani - si legge sulla home page del sito d'informazione - 'ha chiesto ai leader politici di Pd, M5S, Lega e Fratelli d'Italia un commento sulle violenze, documentate da un video, nel penitenziario di Santa Maria Capua Vetere. Solo il segretario del Partito democratico ha risposto. Giorgia Meloni e Matteo Salvini non rilasciano alcun commento dopo la pubblicazione delle immagini', aggiunge il quotidiano. 
Condividi