Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Yemen-Un-conflitto-senza-fine-50-morti-negli-ultimi-due-giorni-68ff2577-7c68-4403-bebc-e1462e8661d3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Si combatte per Marib

Yemen. Un conflitto senza fine. 50 morti negli ultimi due giorni

Mentre si combatte preoccupa la condizione della popolazione, definita dalle Ong la peggior crisi umanitaria mondiale aggravata anche dal Covid
 

Condividi
50 i ribelli Houthi e i soldati yemeniti uccisi nelle ultime 48 ore. È il bilancio dei combattimenti che aumentano di giorno in giorno nella città di Marib in Yemen. Lo riferiscono fonti militari. Altra fonte militare alla Afp ha dichiarato che “nelle ultime 48 ore, 43 combattenti Houthi sono rimasto uccisi principalmente in raid aerei della coalizione" a ovest di Marib. Mentre un'altra fonte ha parlato di almeno 7 militari filogovernativi morti in scontri. Un bilancio, dei giorni scorsi, indicava oltre 140 morti in una settimana di combattimenti a Marib.
 
In ballo pozzi di petrolio
Si combatte per la presa di Marid città chiave nel nord del paese. Da un lato gli Houthi  appoggiati dall'Iran, dall’altro  i lealisti al governo in esilio, che godono del sostegno dell'Arabia Saudita.  Si combatte per il controllo della  zona ricca di pozzi di petrolio.

I civili
Da tempo le organizzazioni umanitarie avevano puntato i riflettori sulle condizioni della popolazione, definita la peggiore crisi umanitaria a livello globale. Una crisi in uno dei paesi più poveri del Medio Oriente alla prese anche con il Covid. Gli scontri spingono i civili a fuggire nei campi dell'Unchr, l'Agenzia dell'Onu per i Rifugiati. 24mila persone dall’inizio dell’anno hanno lasciato Marib

Il dramma dei bambini
La guerra in Yemen è ormai nel suo sesto anno. Dall’inizio dell’escalation del conflitto nel Paese, i bambini continuano a pagare il prezzo più alto. Negli ultimi tre anni, in Yemen, tra le vittime civili 1 su 4 era un bambino: 2.341 minori (il 22,85% del totale) che hanno perso la vita tra il 2018 e il 2020 a causa di un conflitto che, il 25 marzo, compirà ben 6 anni.sono i dati di Save The Children che aggiunge  che nello Yemen  2 persone su 3 hanno urgente bisogno di aiuto per sopravvivere. I bambini continuano a morire a migliaia, oltre che per le bombe, per cause facilmente prevenibili. Attualmente sottolinea Save The Children, nel Paese, 11,3 milioni di bambine e bambini necessitano di assistenza umanitaria.
Condividi