Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/a-firenze-dibattito-contronto-candidati-elezioni-europee-state-of-the-union-ca37624c-ae49-4ea1-93fc-358dd50a8f36.html | rainews/live/ | true
MONDO

Gli incontri si concludono oggi

State of The Union, a Firenze il dibattito tra i candidati

Le risposte all'euroscetticismo e il futuro dell'Europa, con le opinioni di 600 leader tra politici, accademici e rappresentanti della società civile. Una tre giorni in Toscana che culmina oggi, con il confronto tra i candidati alla presidenza alla Commissione

Firenze, una tre giorni sull'Europa
Condividi
Firenze Il futuro del modello sociale e politico europeo, le idee dei candidati alla Commissione, la risposta all'euroscetticismo. Si discute di questo fino ad oggi a "The State of The Union", conferenza alla sua quarta edizione a Firenze, per iniziativa dell'Istituto universitario europeo (Eui): nella tre giorni, circa 600 esperti tra politici, accademici ed esponenti della società civile si confrontano sull'Europa.

Gli incontri culminano con il dibattito tra quattro dei candidati alla presidenza della Commissione europea: Jean-Claude Juncker, candidato del partito popolare, Martin Schulz per i socialisti, Guy Verhostadt per i liberaldemocratici e José Bové per i Verdi. Il confronto è alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. A moderare, Tony Barber del Financial Times, Monica Maggioni, direttrice di Rainews24 e Joseph H.H. Weiler, presidente dell'Eui. Il dibattito è trasmesso in diretta televisiva su RAI News 24 e in diretta streaming sia su Rainews.it. Sul canale youtube della conferenza, i video dei dibattiti. Su flickr invece le foto.

Il programma
La conferenza è iniziata il 7 maggio, alla Badia Fiesolana con un intervento dell'ex premier Romano Prodi e con quello del presidente dell'Istituto, J.H.H. Weiler. Ieri la seconda giornata di discussione e confronto: tra gli altri il ministro dell'Educazione Stefania Giannini e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso. Tra gli argomenti (qui il programma completo): le politiche per la migrazione e l'università, la crisi in Ucraina, l'accordo sul commercio mondiale a Bali. Tra i 44 relatori della tre giorni, anche Federica Mogherini, ministro degli Esteri; Karel De Gucht, commissario europeo per il Commercio, George Soros, Fondatore e Presidente della Open Society Foundation. In occasione della giornata clou nel salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio ci sarà anche il premier Matteo Renzi. 

Come votare?
Oggi sarà presentata anche l’applicazione euandi, già online sul sito della conferenza. Si tratta di uno strumento sviluppato dall’European Union Observatory on Democracy che permette agli utenti di scoprire quale partito, tra quelli dell’Unione Europea, rappresenta meglio le loro convinzioni. Inoltre si può seguire la conferenza sia sulla pagina facebook, sia su twitter con l'hashtag #SoU2014 :



 
"Nessun euro-entusiasmo"
Nella tre giorni fiorentina, dicono gli organizzatori, si è cercato di evitare un acritico euro-entusiasmo di principio, optando per un confronto di alto livello per capire se finora sono stati fatti i passi giusti per rispondere alle sfide, con uno sforzo, a dieci anni dall'allargamento dell'Ue, per proiettare l'Europa negli scenari globali. C'è bisogno di dare una riposta concreta, ha spiegato anche il vicesindaco di Firenze Dario Nardella, ai tanti italiani rimasti delusi dall'Europa con riforme politiche strutturali più democratiche ed efficaci e non con nichiliste risposte di demagogia nazionalistica.
Condividi