Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/accordo-abramo-razzi-ashood-hamas-abu-mazen-4fd04218-3a52-4a36-be6c-2dbf9129b8b0.html | rainews/live/ | true
Rai News
MONDO

Medio Oriente

Accordo Israele-Emirati-Bahrein, la rabbia dei palestinesi: razzi da Gaza su Israele

Dalla Striscia di Gaza razzi su Israele, due persone ferite nella notte. Rappresaglia israeliana contro obiettivi del movimento estremista palestinese Hamas 

La firma dell'Accordo di Abramo tra Israele, Emirati e Bahrein, la "Pax Americana" per il Medio Oriente, ha scatenato la rabbia del mondo palestinese. 

"Non ci sarà nessuna pace in Medio Oriente finché durerà l'occupazione israeliana dei territori palestinesi", scandisce il presidente Abu Mazen. "È un giorno buio", ripete il premier palestinese Mohammed Shtayyeh.  "Tradimento" grida la folla scesa in strada a Ramallah.

E dalla Striscia di Gaza, controllata da Hamas, diversi razzi sono stati lanciati nella notte su Israele, inducendo decine di migliaia di residenti di Asheklon e Ashdod a precipitarsi nei rifugi antiaerei. Due soli i feriti, stando a quanto riferiscono i media locali, ma la paura è grande.

Al lancio dei razzi ha fatto seguito un'attacco aereo israeliano sulla Striscia, colpito un centro di addestramento e altri obiettivi legati al movimento estremista palestinese Hamas. 

Il premier israeliano Netanyahu dopo il lancio di razzi assicura: "Vogliono fermare la pace ma non ci riusciranno".

Praticamente in contemporanea alla cerimonia di Washington, ci sono state manifestazioni in diverse città palestinesi per dimostrare il rifiuto della "normalizzazione" dei rapporti tra Emirati, Bahrein e Israele, anche se a detta dei reporter sul posto nessuna di esse avrebbe radunato più di qualche centinaia di persone. 

L'Arabia Saudita ha dichiarato di essere dalla parte del popolo palestinese e riafferma il diritto dei palestinesi ad un proprio stato indipendente secondo i confini del 1967 con Gerusalemme est come sua capitale.