Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/afghanistan-Talebani-le-donne-non-possono-fare-i-ministri-devono-fare-i-figli-d4087eeb-f713-45c0-9675-1d5da7671162.html | rainews/live/ | true
MONDO

Rinviato l'insediamento del governo

Talebani: "Le donne non possono fare i ministri: devono fare i figli"

"Le quattro donne che protestano nelle strade non rappresentano le donne dell'Afghanistan. Le donne dell'Afghanistan sono quelle che danno figli al nostro popolo e che li educano secondo i valori dell'Islam"

Condividi
"Una donna non può fare il ministro. È come se le mettessi al collo un peso che non può portare. Non è necessario che le donne facciano parte del governo, devono fare figli". Il portavoce talebano Sayed Zekrullah Hashim risponde così al giornalista di ToloNews Natiq Malikzada che gli chiede informazioni sul nuovo esecutivo afghano ad interim, nel quale non sono presenti donne. E perché, insiste il giornalista ''non sono le donne rappresentanti della società?''. 

"Le quattro donne che protestano nelle strade non rappresentano le donne dell'Afghanistan. Le donne dell'Afghanistan sono quelle che danno figli al nostro popolo e che li educano secondo i valori dell'Islam", dice ancora il portavoce degli studenti coranici. 

"Negli ultimi 20 anni, qualunque cosa abbia detto questo media" - continua - "cosa hanno fatto gli Stati Uniti e il suo governo fantoccio in Afghanistan se non permettere la prostituzione negli uffici?". 

Le dichiarazioni arrivano dopo che gli stessi talebani hanno respinto le critiche al nuovo governo afghano, giudicato come non inclusivo e non rappresentativo della grande diversità di gruppi etnici presenti nel paese, affermando che si tratta di un esecutivo ad interim: "La nomina di ministri in questo momento vuole riempire il vuoto perché necessario per fornire servizi essenziali alla popolazione". 

"Il nuovo governo afghano annunciato nei giorni scorsi è provvisorio mentre in quello successivo avremo posti per le donne nel rispetto della "sharia", aveva assicurato il portavoce dei Talebani, Zabihullah Mujahid, nel corso di un'intervista rilasciata all'emittente francese Bfmtv.  "Faremo spazio alle donne. Possono far parte del  governo. Questo sarà il nostro secondo passo". 

Intanto è stato reso noto che la cerimonia di insediamento del governo è stata cancellata alcuni giorni fa e che le notizie secondo cui si sarebbe dovuta tenere domani, 11 settembre, giorno in cui ricorre il 20esimo anniversario degli attentati dell'11 settembre è falsa. "L'inaugurazione del nuovo governo afghano è stata annullata diversi giorni fa. Per evitare che la popolazione si confondesse ulteriormente, l'Emirato afghano ha annunciato una parte della formazione dell'esecutivo, che è già al lavoro. Le voci secondo cui la cerimonia di inaugurazione si terrà domani, 11 settembre, non sono vere", spiega su Twitter Inamullah Samangani, membro della commissione Cultura dei talebani.
Condividi