Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/amazon-voto-dipendenti-magazzino-bressener-alabama-per-entrare-nel-sindacato-seattle-contesta-schede-6dd6c203-94eb-4189-b052-1e064b7c0680.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Alabama

Amazon, dipendenti al voto per sindacalizzazione. Seattle contesta schede non valide

Ha votato oltre la metà dei lavoratori del magazzino ma si preannuncia battaglia per i risultati

Condividi
Si sono concluse le operazioni di voto dei lavoratori del magazzino Amazon a Bessemer, in Alabama, per decidere se aderire a un sindacato, evento molto raro negli Stati Uniti e del tutto inedito per quanto riguarda i dipendenti del colosso di Seattle.

Secondo le prime notizie, l'affluenza alle urne è stata di circa il 55% degli aventi diritto e il conteggio dei voti, che si svolge in pubblico, dovrebbe iniziare già giovedì pomeriggio, informa il sindacato Retail, Wholesale and Department Store Union (Rwdsu) in una nota. Ma Amazon avrebbe già contestato centinaia di schede elettorali, secondo notizia diffuse da Fox News.

E la stessa Rwdsu, a cui i dipendenti intendono aderire, ha confermato in una dichiarazione che "centinaia di schede sono state contestate principalmente dal datore di lavoro"  e che la questione sarà affrontata dopo il conteggio pubblico.

Le schede possono essere contestate dal sindacato, da Amazon o dal National Labour Relations Board, se si ritiene che ci sia stata manomissione, frode o provenienza da un lavoratore non idoneo al voto.

Più di 3.200 schede, inviate per posta, (su un totale di più di 5.800 lavoratori del magazzino Amazon a Bessemer) sono state recapitate al National Labour Relations Board degli Stati Uniti, l’agenzia federale di salvaguardia dei diritti dei dipendenti e della rappresentanza sindacale per la firma dei contratti.  
Condividi