Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/annus-horribilis-del-turismo-bocca-perse-milioni-di-presenze-faee01cc-3f77-41a2-889d-b096f642ad61.html | rainews/live/ | true
TENDENZE

Effetto Covid

2020 'annus horribilis' del turismo, Federlaberghi: perse 233 milioni di presenze

Il presidente Bocca: imprese e lavoratori hanno patito oltre ogni misura, nel primo quadrimestre presenze turisti negli esercizi ricettivi a -85,6%. E il 2021 sarà ancora peggio

Condividi
"L'annus horribilis che ci lasciamo alle spalle ha prodotto devastazione e sconforto. Le nostre imprese e i nostri collaboratori hanno patito oltre ogni misura".

"Il turismo è senz'altro il settore economico che più soffre per gli effetti della pandemia e, al suo interno, le strutture turistico ricettive e termali sono quelle che stanno pagando il prezzo più alto. I dati ufficiali rilevano che il 2020 si è chiuso con una perdita di 233 milioni di presenze, equivalente ad un calo medio del 53,4%, con punte in alcune località oltre l'80%". 

E' quanto afferma il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla 71/a assemblea di Federalberghi a Roma. E non finisce qui: secondo Bocca, il 2021 sarà ancora peggiore.

"Purtroppo, il nuovo anno si è aperto all'insegna di un ulteriore peggioramento. Nei primi quattro mesi, le presenze dei turisti negli esercizi ricettivi sono diminuite del 85,6% rispetto al corrispondente periodo del 2019, con un calo del 75,1% per gli italiani e del 95,9% per gli stranieri".

"La stagione invernale è saltata del tutto, quella primaverile non è ancora partita. Se non ci sarà un cambio di prospettiva in tempi brevi, i risultati del 2021 si potranno rivelare addirittura peggiori di quelli del 2020", ha sottolineato.
Condividi