Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/arcelor-mittal-condanna-modena-inadempimento-contrattuale-57c72bab-2365-414e-9698-0cf85add0abd.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Sentenza di primo grado, risarciti 24 milioni di euro

ArcelorMittal condannata per inadempimento contrattuale verso azienda di Modena

Una impresa siderurgica emiliana è risultata danneggiata dal comportamento di Arcelor Mittal. I fatti risalgono al periodo del crac di Lemhan Brothers. Si attende il giudizio della Suprema Corte

Condividi
Non è la prima volta in Italia che il Gruppo ArcelorMittal non rispetta un impegno. Infatti, per aver "mandato a monte un affare già definito" e cioè un accordo di acquisizione del 2008 di Metalsider e Sidermed, due controllate di Finmasi Group, azienda siderurgica con sede a Modena, è stata condannata in primo grado, con la conferma in appello, a versare un risarcimento di 23 milioni 745 mila euro all'impresa emiliana ritenuta danneggiata per un "inadempimento contrattuale".

La vicenda, che risale all'epoca del crac Lemhan Brothers e al periodo di crisi conseguente, come si legge nelle carte della causa civile, per una parte è già stata definita in Cassazione e per l'altra, quella che riguarda l'importo definitivo di fatto già pagato, ma immobilizzato nelle casse della Finmasi, è in attesa del giudizio della Suprema Corte.

Dagli atti risulta che dal 2007 l'impresa italiana aveva avviato trattative con il gruppo cinese Wuhan Iron Steel per la compravendita dei due rami di azienda e che quest'ultimo alla scadenza dell'"opzione rilasciata il 13.07.2007" e rinnovata il 30 marzo 2008, avrebbe ottenuto una ulteriore proroga fino al 30 giugno 2008.
Condividi