Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/atlantia-costituisce-newco-per-la-scissione-di-Aspi-autostrade-concessioni-e-costruzioni-spa-529b2c8c-747e-4de4-a549-d66067f9dc99.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

L'operazione

Atlantia, via libera a nuova società da scissione Aspi

"Autostrade Concessioni e Costruzioni" nasce dalla scissione di Autostrade per l'Italia. Includerà sino all'88% dello stesso capitale detenuto da Atlantia, resta ipotesi vendita diretta. Gualtieri in commissione vigilanza Cdp: in corso procedura di contestazione per grave inadempienza di Autostrade per l'Italia

Condividi
 Via libera dal consiglio di amministrazione di Atlantia alla costituzione della società "Autostrade Concessioni e Costruzioni" che nasce dalla scissione di Autostrade per l'Italia e che includerà sino all'88% dello stesso capitale di Autostrade per l'Italia detenuto da Atlantia.
 
Il cda di Atlantia, informa una nota,  ha deliberato di procedere alla costituzione della società destinata a ricevere il compendio scisso, che includerà sino all'88% del capitale di Autostrade per l'Italia, e che sarà denominata 'Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A.'.

"La costituzione della società è funzionale al progetto di scissione parziale e proporzionale e successiva quotazione in Borsa. La struttura dell'operazione e il progetto di scissione saranno sottoposti ad approvazione di un successivo Consiglio di Amministrazione di Atlantia. L'ipotesi di vendita diretta dell'intera quota dell'88% detenuta da Atlantia in Autostrade per l'Italia S.p.A. permane quale alternativa all'operazione di scissione come gia' annunciato nel comunicato del 4 agosto 2020".

Gualtieri: in corso procedura contestazione
"E in corso la procedura di contestazione per grave inadempimento di Autostrade per l'Italia, finalizzata alla risoluzione della Convenzione Unica, avviata a seguito del crollo del cosiddetto Ponte Morandi". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, nel corso dell'audizione in commissione parlamentare di vigilanza sulla Cassa depositi e prestiti ricordando le tappe della vicenda Autostrade.

La procedura di contestazione prevede anche la revoca della concessione. Quanto al regime concessorio, il ministro ha spiegato che "il governo sta agendo in modo molto attento e serio nel rispetto dell'interesse pubblico, confortato anche da recenti pronunciamenti che hanno sottolineato la natura assolutamente squilibrata" di tale regime.

Gualtieri ha ribadito "l'interesse dei cittadini ad avere una infrastruttura moderna, efficiente, le cui tariffe siano corrette e quindi definite dall'autorità indipendente in cui si realizzano gli investimenti e la manutenzione necessaria. Questi sono gli obiettivi di fondo che il governo persegue - ha osservato - sulla base di un'impostazione che è stata quella poi sui cui il Consiglio dei ministri ha dato valutazione positiva a perseguire un'opzione diversa rispetto a quella della caducazione". 
Condividi