Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/berlusconi-ricoverato-al-san-raffaele-di-milano-il-quadro-clinico-non-desta-preoccupazioni-eee8acb9-e036-4360-a02c-4a9621d0c51e.html | rainews/live/ | true
POLITICA

"Il quadro clinico non desta preoccupazioni"

Berlusconi ricoverato al San Raffaele a scopo precauzionale: riscontrato inizio polmonite bilaterale

L'ex premier nei giorni scorsi era risultato positivo al Covid-19. Secondo quanto si apprende, la decisione è stata presa dopo la comparsa di alcuni sintomi. Ronzulli: "Ha trascorso la notte in ospedale, sta bene"

Condividi
Dagli esami effettuati a Silvio Berlusconi è stata riscontrata una polmonite bilaterale allo stato precoce. Sarebbe questa, a quanto si apprende da fonti sanitarie, la diagnosi emersa dalla tac a cui è stato sottoposto il Cavaliere e che ha portato ad un suo ricovero precauzionale al San Raffaele di Milano. L'ex premier nei giorni scorsi era risultato positivo al Covid-19. Secondo quanto si apprende, il ricovero è stato disposto dopo la comparsa di alcuni sintomi, ma il quadro clinico non desta preoccupazioni. E' arrivato nella notte, accompagnato in macchina della sua scorta. E' apparso stare abbastanza bene, camminava senza fatica. Attualmente, come riportato da fonti qualificate, si trova in isolamento presso il settore Diamante del nosocomio, che è lo stesso dove è stato ricoverato anche in altre occasioni.

Forza Italia: "Stop allarmismo, notize su Berlusconi da Zangrillo dalle ore 16
"Pur comprendendo le legittime ragioni della stampa, si invita ad avere rispetto della privacy del presidente anche per evitare notizie avventate, imprecise e allarmistiche. Di seguito tutte le notizie relative alla salute del presidente saranno diffuse attraverso comunicazioni ufficiali nel doveroso aggiornamento dovuto ai media dal prof Zangrillo a partire dalle ore 16". E' quanto si legge in una nota di Forza Italia.

C'è chi fa risalire il contagio ad un blitz della figlia Barbara a Capri, chi pensa che sia stato contagiato in qualche incontro avuto in Sardegna, e ancora 'punta' sulla visita di Briatore. Altri guardano al giro nella villa sul Lago Maggiore, con tanto di selfie e foto con curiosi senza mascherina, oppure ritengono che il focolaio sia proprio Arcore. Insomma nei media, ma anche dentro FI, è partita una sorta di 'caccia all'untore' non gradita pero', riferisce chi lo sentito in giornata, a Silvio Berlusconi.

La 'pista' che porta alla figlia dell'ex presidente del Consiglio è rilanciata anche da diversi parlamentari 'azzurri' ma Berlusconi ai suoi interlocutori ha ripetuto di non sapere da dove sia arrivato il virus e di non dare colpa ad alcuno. Facendo trapelare anche fastidio e irritazione per l'intromissione nella privacy dei suoi familiari, considerato il fatto poi che nessuno di loro habituè e di appuntamenti mondani.

L'obiettivo dell'ex premier è ora solo quello di riprendersi, avendo "ben presente la sofferenza di tante famiglie vittime di questa malattia insidiosa". Del resto nella giornata di ieri ha spiegato in un collegamento con una iniziativa FI in Liguria di non avere febbre ne' dolori, anche se tra i fedelissimi c'e' la cautela obbligatoria in questi casi. Sono risultati positivi sia la compagna Marta Fascina sia un uomo della scorta. L'ex presidente del Consiglio fa dunque scudo
ai suoi familiari ma, allo stesso tempo, rilancia la voglia e la determinazione ad andare avanti. "Commosso per l'affetto ricevuto" dalle più alte cariche istituzionali e dai leader dei partiti di maggioranza e opposizione. Hanno chiesto informazioni sul suo stato di salute anche dall'estero, soprattutto dai vertici del Ppe.

"Continuerò a fare campagna elettorale", ha osservato il Cavaliere che già nei giorni scorsi ha respinto gli 'assalti' di quei parlamentari preoccupati per un risultato negativo del partito alle Regionali e intenzionati a chiedere subito dopo il 21 settembre una riorganizzazione interna. Anzi c'è chi tra gli azzurri non esclude che la notizia della positività dell'ex presidente del Consiglio possa - dal punto di vista elettorale - rilanciare l'immagine del Cavaliere combattente.
Berlusconi dall'inizio della pandemia si è rifugiato in Francia dalla figlia Marina che ha imposto controlli severi per chiunque si avvicinasse a lui. Tutti coloro che poi sono andati a trovarlo in Sardegna dovevano sottoporsi ad un tampone, portare l'esito negativo e solo dopo venivano accolti nella residenza. L'incontro con lo stato maggiore 'azzurro' è avvenuto il 6 agosto, avrebbe dovuto esserci un'altra riunione il 20 saltata poi proprio per la decisione dell'ex presidente del Consiglio di lasciare la Sardegna, dove era rimasto con la famiglia e aveva ricevuto qualche parlamentare, gli amici di sempre, come Doris e Galliani (ad inizio agosto), ora dispiaciuto perchè Berlusconi non potrà assistere all'amichevole che si terrà a San Siro sabato tra il Milan e il Monza.

A Ferragosto una cena, poi una puntata in Provenza per il compleanno della figlia Marina, il blitz sul lago Maggiore e poi il ritorno definitivo ad Arcore dove lunedì ha visto, come sempre, i collaboratori delle sue aziende. Tutti costretti adesso a fare tamponi giornalieri. Sono scattate le verifiche sanitarie, incrementate le misure di sicurezza. Previsto l'isolamento per i figli, la presenza minima del personale. Per lui tanti messaggi, email e telefonate. Con la preoccupazione per la famiglia e appunto il fastidio per la 'corsa' a cercare il 'paziente zero' di Arcore. 

Ronzulli: "Ricovero precauzionale"
"Berlusconi ha passato la notte in ospedale, è stato ricoverato ieri sera. C'e' stato bisogno di un piccolo ricovero precauzionale per monitorare l'andamento del Covid-19 ma sta bene". Così la senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli ad Agorà Rai su Rai3. 

Tajani: "Non preoccupato, ma dispiaciuto". Fdi: "Tenace combattente"
Condividi