Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/biden-accelera-sugli-aiuti-avanti-anche-soli-gelo-repubblicani-sul-salario-minimo-04d6f6b6-d402-4fad-b41c-6b6b75fb227f.html | rainews/live/ | true
MONDO

La nuova Casa Bianca

Usa, Biden accelera sugli aiuti: "Avanti anche soli". Gelo dei repubblicani sul salario minimo

I repubblicani in Congresso scettici sul programma, bollato come troppo costoso

Condividi
"Agire e agire subito", con o senza l'appoggio dei repubblicani.

Joe Biden accelera sul piano da 1.900 miliardi di dollari di aiuti all'economia e apre alla possibilità di andare avanti anche da solo nel caso in cui un accordo non fosse raggiunto. I repubblicani in Congresso sono infatti scettici sul programma, bollato come troppo costoso e bocciato integralmente in alcune delle misure previste, come l'aumento del salario minimo a 15 dollari l'ora. Lo scontro è solo all'inizio ma rischia di mandare subito in crisi quell'appello all'unità cavallo di battaglia del neo presidente. 

Non facilita il confronto l'attesa svolta sull'immigrazione per ammodernare un sistema ormai obsoleto. Nuovi decreti esecutivi sono in arrivo nei prossimi giorni per iniziare a smantellare la stretta ai migranti voluta da Donald Trump. Le misure allo studio dell'amministrazione Biden puntano ad affrontare anche la crisi al confine fra Stati Uniti e Messico, dove nel 2020 sono morte 227 persone (un record) nel tentativo di entrare negli States e conquistare il sogno americano. Ad occuparsi del capitolo migranti sarà anche la first lady Jill Biden, che farà parte della task force con il compito del ricongiungimento dei bambini separati al confine dai genitori.

Ma è sul Covid e sugli aiuti all'economia che si consuma il primo scontro frontale fra Biden e i repubblicani, che lo hanno già attaccato per aver "tradito" lo spirito bipartisan che aveva promesso.  Di fronte all'urgenza della situazione, e nella consapevolezza che il suo successo sarà misurato dall'esito della lotta al Covid e del salvataggio dell'economia, Biden però non sembra voler esitare.

La ripresa americana è in decisa frenata e oltre 10 milioni di persone sono senza lavoro. Senza contare le difficoltà degli stati e dei governi locali e la necessità di accelerare sulle vaccinazioni. Agire su questi fronti richiede ampie risorse e Biden le vuole ottenere dal Congresso, anche se questo dovesse voler dire usare "l"arma Kamala Harris per avere la maggioranza in Senato e far approvare di forza il provvedimento. I rischi di una mancata azione o di un'azione troppo limitata sono alti, va ripetendo Biden scavalcando i repubblicani e appellandosi direttamente agli americani.

Il presidente sa di non poter cedere alle pressioni di chi chiede che il pacchetto di aiuti sia diviso in due: una prima parte da approvare in tempi rapidi con gli aiuti necessari, e una seconda più spinosa che richiede trattative a oltranza. Frenare significherebbe per Biden alienarsi il consenso dell'ala più a sinistra del partito democratico. La Casa Bianca ha quindi assicurato che il presidente non intende spezzettare il suo provvedimento, ritenendolo nel suo complesso essenziale per salvare l'economia, gli americani e iniziare a risolvere quelle disuguaglianze che piegano la società Usa.  
Condividi