Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/bielorussia-tornano-a-marciare-le-donne-migliaia-a-minsk-arresti-91998f8d-af82-4663-8d77-0bfc49f6aee5.html | rainews/live/ | true
MONDO

La protesta

Bielorussia: tornano a marciare le donne, migliaia a Minsk

Espongono cartelli con scritto SOS, centinaia di fermi. Il sostegno degli automobilisti

Condividi
Le donne sono tornate a marciare in Bielorussia, specie a Minsk. Il portale Tut.by ha postato dei video in cui si vedono migliaia di manifestanti camminare per una delle arterie del centro della capitale bielorussa.

Come sempre accade, gli automobilisti suonano il clacson per segnalare il loro sostegno. Tra gli slogan, "libertà per i giornalisti". Le donne hanno anche esposto dei cartelli in cui si può leggere, a caratteri latini, SOS.

La polizia bielorussa, sempre secondo il portale Tut.by e altri media internazionali, ha effettuato centinaia di fermi alla marcia delle donne di Minsk. Secondo diversi testimoni oculari presenti sul posto, in alcuni casi i fermi sono stati brutali. Nei video pubblicati da Tut.by si vede chiaramente un agente trascinare una donna verso la camionetta della polizia e strattonarla con forza per caricarla a bordo.

Più di 300 persone sono state fermate durante la marcia non autorizzata delle donne a Minsk. Lo sostiene il centro per i diritti umani Viasna (non è registrato in Bielorussia). L'elenco delle persone detenute è disponibile sul sito web e viene aggiornato periodicamente. La polizia ha confermato gli arresti e ha detto che sta stabilendo il numero dei fermati. Lo riporta Interfax.
Condividi