Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/bitcoin-diventa-valuta-legale-el-salvador-0ac968fb-cbf0-40a1-ba3e-f817b1ab41f5.html | rainews/live/ | true
TECH

Primo Paese al mondo

El Salvador, Bitcoin diventa valuta legale insieme al dollaro

Entra in vigore la legge voluta dal presidente Nayb Bukele: transazioni in criptovaluta tramite il wallet Chivo

Condividi
El Salvador entra nella storia diventando il primo Paese a rendere la valuta digitale legale. Il Paese sudamericano ha adottato formalmente il bitcoin, la criptovaluta più popolare del mondo come moneta legale assieme al dollaro.

Il Paese ha lanciato un wallet, 'applicazione portafoglio', Chivo, a cui i cittadini possono iscriversi con un documento d'identità nazionale per effettuare transazioni utilizzando bitcoin: Il wallet contiene 30 dollari in criptovaluta per facilitarne l'adozione. In una serie di tweet, il presidente Nayib Bukele ha rivelato che il Paese ha acquistato un totale di 400 bitcoin (circa 21 milioni di dollari), primo passo in una spinta per aggiungere la valuta digitale al suo bilancio. 

Problemi di server
Nel primo giorno di adozione della criptovaluta si sono verificati alcuni problemi: la disfunzione più importante, ammessa dal  capo dello Stato, riguarda il non funzionamento dell'applicazione Chivo. "L'app al momento è scollegata - ha spiegato Bukele - e quindi gli utenti sono pregati di aspettare. Qualunque dato si volesse inserire attualmente, si presenterà come errore", ha informato via social. I tecnici, ha aggiunto, "stanno lavorando per aumentare la capacità dei server di captare immagini. E' un problema semplice ma non si può risolvere se la app è in servizio".

Intanto, sostenitori e i critici di tutto il mondo delle criptomonete stanno a guardare per vedere come si svolgerà questo esperimento senza precedenti. Nelle ore subito successive la cripto è schizzata a 51mila di dollari, confermando il trend positivo delle ultime settimane. 

L'annuncio via Facebook
Il presidente Bukele aveva annunciato nei mesi scorsi, via Facebook, il varo della 'legge Bitcoin', che sarebbe entrata in vigore, quindi, il 7 settembre: "Ecco quindi la legge Bitcoin", ha detto il presidente, "come tutti voi sapete, è una moneta digitale, non è effettivamente come quelle tradizionali che conosciamo, non ci sono banconote o monete di metallo, funziona solo nel mondo digitale". 

I motivi della scelta
"Quello che si cerca di fare con la legge Bitcoin è connettere il nostro Paese con il resto del mondo, attrarre valuta estera in investimenti e turismo, rendere più dinamica la nostra economia. La legge entra in vigore il prossimo 7 settembre e da quella data il Bitcoin avrà valore legale per le transazioni. Ma, a proposito di quanto suggerito da interpretazioni sbagliate, il dollaro resterà valuta legale nel Paese. L’uso del Bitcoin sarà facoltativo. Lo vogliamo ribadire con molta chiarezza. Nessuno riceverà Bitcoin se non lo desidera, per nessun pagamento. Stipendi e pensioni saranno come sempre corrisposti in dollari".
Condividi