Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/braccio-di-ferro-tra-Atene-e-Skopje-su-nuovo-nome-Macedonia-2f3fefb0-c5a1-4241-a7f7-f6e2d23cef14.html | rainews/live/ | true
MONDO

Braccio di ferro tra Atene e Skopje sul nuovo nome della Macedonia

Condividi
I leader dei maggiori partiti greci hanno aspramente criticato la proposta del governo macedone di un nuovo nome per il Paese ai fini di chiudere l’annosa controversia con Atene. La Grecia da quasi 30 anni chiede alla Macedonia di cambiare il nome, simile a una provincia greca, bloccando l’adesione dell’ex Repubblica jugoslava alla NATO e all’Ue.

Anche se 142 Stati hanno riconosciuto come nome ufficiale “Repubblica Macedonia”, il paese nelle organizzazioni internazionali figura come “Ex Repubblica jugoslava di Macedonia”. Recentemente il primo ministro macedone Zoran Zaev ha proposto alla Grecia una soluzione di compromesso, “Ilinden Macedonia”, ma le maggiori forze politiche greche hanno respinto con sdegno l’offerta.

La cittadina macedone di Ilinden è nota per la ribellione dei nazionalisti macedoni contro l’Impero Ottomano il 2 agosto del 1903. Ora è il Giorno della Repubblica, la principale festa nazionale della Macedonia. I greci però rimproverano ai macedoni di essersi ispirati ai ribelli nazionalisti che all’epoca della rivolta lanciavano gli slogan “Macedonia per macedoni” e “la Grande Macedonia con la capitale a Salonicco (Thessaloniki)”. I politici greci temono che il nuovo nome del vicino possa riaccendere la miccia del nazionalismo macedone e le mire annessioniste su una parte del territorio greco.
Condividi