Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Atalanta-Champions-League-Paris-SG-Saint-Germain-Gasperini-6c77a146-0b83-43f6-8855-d37ae01d5cb7.html | rainews/live/ | true
SPORT

Quarto di finale di Champions League

Recupero amaro per l'Atalanta, Il Psg rimonta e va in semifinale

Finisce 2-1 per i francesi, che segnano i gol del sorpasso al 90' e al 93'. Sfuma in extremis il sogno della Dea di entrare tra le prime quattro d'Europa. "Sembrava che ce la potessimo fare" dichiara Gasperini

Condividi
Si spegne all’ultimo respiro il sogno europeo dell’Atalanta. In semifinale di Champions League va il Paris Saint Germain, che vince con due reti nel finale, rimontando il vantaggio orobico di Pašalić. Allo ‘Estadio do Sport Lisboa e Benfica’ di Lisbona, il primo quarto della Final Eight finisce 2-1 per la corazzata francese. Delusione enorme per Gasperini e i suoi uomini, che però non deve cancellare la straordinaria stagione nerazzurra, con lo storico approdo ai quarti di finale della massima competizione continentale per club, oltre a un campionato da protagonista terminato con il terzo posto.

 “Rammarico grande di essere arrivati molto vicini, sembrava che ce la potessimo fare, sarebbe stata un’impresa. La soddisfazione rimane di aver fatto una Champions in crescendo contro le migliori squadre d’Europa". Un Gasperini lucido parla a caldo.       
 
Gasperini con il 3-4-2-1: Sportiello in porta; Toloi, Caldara e Djimsiti difensori; Hateboer, De Roon, Freuler e Gosens linea di centrocampo; Gomez e Pašalić alle spalle di Zapata. Tuchel fa partire Mbappé dalla panchina e schiera un classico 4-3-3: Navas tra i pali; Kehrer, l’ex milanista Thiago Silva, Kimpembe e Bernat in difesa; l’ex romanista Marquinhos, Herrera e Gueye centrocampisti; tridente formato da Neymar, l’ex Inter Icardi e Sarabia. Arbitra l’inglese Taylor.
 
Il Psg viene da due soli impegni agonistici, le due finali di Coppa di Francia e di Coppa di Lega vinte, ma parte a spron battuto. Pronti via e subito al 4’ Neymar spaventa l’Atalanta, però il brasiliano a tu per tu con Sportiello manda a lato. Reazione orobica all’11’ con un colpo di testa di Hateboer che costringe Navas a un gran riflesso. Di testa ci prova anche Djimsiti al 15’ ma mancando la porta. Al 21’ Pašalić corregge una punizione del ‘Papu’, ma Navas controlla. Al 27’ il vantaggio nerazzurro: Pašalić è il primo ad arrivare su un pallone uscito da un contrasto tra Zapata e Thiago Silva e batte il portiere del Psg con un sinistro preciso. Al 36’ Sportiello blocca in due tempi una punizione di Neymar. Al 42’ un errore di Hateboer mette Neymar ancora davanti a Sportiello, ma l’asso brasiliano riesce a non centrare la porta anche in questa occasione.
 
Le squadre tornano dagli spogliatoi senza cambi. Fioccano i cartellini gialli sull’Atalanta, dopo quelli per Djimsiti e Freuler nel primo tempo: lo beccano de Roon per trattenuta su Neymar (50’) e Zapata per fallo su Kehrer (53’). Gomez accusa un problema fisico, Gasperini prepara le sostituzioni. Sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto proprio dal ‘Papu’, Djimsiti calcia al volo di sinistro ma senza trovare il bersaglio. Al 59’ un colpo di testa di Icardi termina sopra la traversa. Nell’Atalanta alza bandiera bianca Gomez, lo rileva Malinovskyi, e Palomino sostituisce l’ammonito Djimsiti. Entra Mbappé nel Psg al posto di Sarabia (60’). Il fuoriclasse francese fa ammonire Toloi al 67’. Il gioco è frammentato e meno lineare che nel primo tempo. Gasperini richiama Pašalić e gioca la carta Muriel al 70’. Si infortuna Navas, ma non viene sostituito grazie all’intervento dei sanitari; piuttosto, entrano Draxler per Herrera e Paredes per Gueye al 72’. Si riprende e Sportiello chiude la porta a un tentativo di Mbappé da sinistra (74’). Al 76’ il portiere orobico blocca a terra una conclusione debole di Neymar. Al 78’ azione ariosa dell’Atalanta, Muriel però in area sbaglia il controllo. Al 79’ Navas lascia la porta a Sergio Rico e Chopo-Moting prende il posto di Icardi in attacco. All’80’ nuova parata di Sportiello su Mbappé. Poi è Palomino in scivolata a chiudere una nuova incursione dell’attaccante francese. Ultimi cambi anche per l’Atalanta: il classe 2000 Da Riva per un esausto Zapata e Castagne per Gosens. All’85’ ammonizione anche per Palomino, è il sesto. Si gioca sui nervi. All’88’ problema fisico per Freuler, ma la Dea non ha più cambi e gioca in dieci per un minuto, anche se il giocatore rientra solo per fare presenza. La doccia fredda arriva in extremis. Al 90’ in mischia Marquinhos mette in porta un assist sporco di Neymar. Al 93’ su ripartenza è Mbappé a servire Choupo-Moting per il più facile dei gol. Al 97’ su palla lunga Muriel perde il tempo e non riesce ad andare in porta. Fischio finale e festa insperata del Psg, lacrime per l’Atalanta.
Condividi