Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Champions-L-Atalanta-parte-con-un-poker-Inter-fermata-in-casa-2-2-dal-Borussia-Moenchengladbach-55f44c3e-2779-4a3e-a6b0-85d98244008d.html | rainews/live/ | true
SPORT

Prima giornata della fase a gironi

Champions. L'Atalanta parte con un poker, Inter fermata in casa (2-2) dal Borussia Moenchengladbach

La 'Dea' travolge il Midtjylland in Danimarca con Zapata, Gomez, Muriel e Miranchuk. La squadra di Conte si aggrappa a Lukaku che apre e chiude (proprio al 90') le marcature evitando il ko

Condividi
L'Atalanta comincia con i fuochi d'artificio il cammino in Champions, l'Inter, invece, col freno a mano tirato. La squadra di Gasperini travolge i danesi del Midtjylland a domicilio 4-0, mentre i nerazzurri di Conte si fanno imporre il 2-2 a San Siro dal Borussia Moenchengladbach. 

Midtjylland-Atalanta 0-4
Zapata centra il palo, poi si vede allungare in corner da Hansen la rasoiata diagonale. Al terzo tentativo (26') realizza liberato dalla sponda aerea di Romero. Occasione per Dreyer, Sportiello si salva in angolo. Sul corner, Onyeka sciupa di testa la girata da due passi. Gasperini si arrabbia, Gomez lo conforta subito con la botta dai 20 metri (36') che vale il raddoppio. E al 42' tris di Muriel che riprende la respinta corta di Hansen sul tiro di Zapata. Nella ripresa Sportiello è poco sollecitato. Pasalic e Ilicic vanno vicini al quarto gol, è bravissimo Hansen in entrambe le circostanze. Il poker lo trova Miranchuk all'89'. Il russo, subentrato a Zapata da pochi minuti, era alla prima presenza assoluta nell'Atalanta dopo aver smaltito i postumi di un infortunio. Nell'altra gara del gruppo D, il Liverpool passa 1-0 in casa dell'Ajax in virtù dell'autogol di Tagliafico.

Inter-Borussia Moenchengladbach 2-2
Tegola per Conte nel pomeriggio: Hakimi risulta positivo a un test per il coronavirus e va in isolamento. Al suo posto esordisce Darmian. Blando avvio Inter che però, con Eriksen motivato, chiude il Borussia nella propria metà campo. Una discesa di Perisic a sinistra spaventa i tedeschi. L'unica occasione del 1° tempo la crea Lukaku, a lato di poco (40'). Nella ripresa milanesi avanti col 'solito' Lukaku, implacabile nel tiro ravvicinato dopo un batti e ribatti in area Borussia (49'). Vidal sgambetta Thuram: Kuipers, richiamato dal Var, concede il rigore. Dal dischetto Bensebaini batte Handanovic: 1-1 al 63'. Palo di Lautaro (81'), poi San Siro gelato dal sorpasso di Hoffman (84') che vola solitario sull'apertura di Kramer. I nerazzurri si salvano al 90' con l'onnipresente Lukaku che spinge il pallone in rete su corner corretto dalla torre di Bastoni. Situazione già complicata nel Gruppo B, perché nell'altro match il Real Madrid ha perso in casa con lo Shakhtar 3-0. Tris ucraino nel primo tempo con Tete, autogol di Varane e Salomon, i 'blancos' si rialzano nella ripresa con Modric e Vinicius ma non completano l'impresa.    
Condividi