Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Coppa-Italia-Roma-Spezia-a857ce79-a4bb-462f-972a-938078d3a582.html | rainews/live/ | true
SPORT

Coppa Italia, ottavi di finale

Roma ko 4-2 ai supplementari, ai quarti va lo Spezia

Squadra di Italiano avanti 2-0 dopo un quarto d'ora. Rimonta giallorossa e supplementari, dove però due uomini di Fonseca vengono espulsi: i liguri ne approfittano e segnano altri due gol. Giallo per le sei sostituzioni effettuate dai romanisti

Condividi
La Roma non ha proprio un bel rapporto con le aquile. Dopo il ko nel derby con la Lazio, i giallorossi escono dalla Coppa Italia per mano degli aquilotti dello Spezia. Nell’ottavo di finale dello Stadio Olimpico i bianchi liguri si impongono 4-2 ai supplementari, al termine di una partita a dir poco rocambolesca: Spezia in vantaggio 2-0 dopo un quarto d’ora, rimonta romanista che porta ai supplementari, dove però i padroni di casa subiscono due espulsioni, incassando poi altri due gol. Con in più un altro episodio: Fonseca ha operato sei cambi, compreso quello necessario a fare entrare un portiere dopo il cartellino rosso a Pau Lopez: avrebbe comunque perso la partita a tavolino. Ora la squadra di Italiano ai quarti se la vedrà con il Napoli.
 
Fonseca cambia mezza squadra rispetto al derby: in difesa spazio a Kumbulla e Cristante, con Mancini squalificato in campionato; Bruno Peres sulla fascia destra, mentre Pedro agisce con Mkhitaryan alle spalle di Borja Mayoral. Turnover anche per Italiano che manda in porta il 22enne lituano Krapikas; Sena e Deiola in mediana, in attacco Galabinov, Agudelo e Saponara.
 
Subito occasione per Borja Mayoral, ma passa lo Spezia: una morsa Cristante-Mancini manda a terra Maggiore, dal dischetto Galabinov realizza anche se Paul Lopez indovina l’angolo (6’). Al quarto d’ora gli aquilotti addirittura raddoppiano: Deiola recupera palla, Galabinov imbuca per Saponara che di prima fa secco il portiere giallorosso. Al 28’ si vede la Roma, ma il cross di Spinazzola non trova nessuno per il tap in. Al 38’ chance per i padroni di casa ma Krapikas respinge su Pedro, poi Borja Mayoral non arriva sull’invito di Mkhitaryan. Al 42’ Ismajli ostacola fallosamente Pellegrini, per Ghersini è rigore che lo stesso centrocampista giallorosso trasforma (43’).
 
Nella ripresa, Borja Mayoral ancora in ritardo su assistenza di Mkhitaryan (54’). Al 67’ l’attaccante spagnolo spreca ancora, vanificando un passaggio di Pedro. Il ritmo già non è alto, la girandola dei cambi lo rallenta ancor di più. Pareggio della Roma al 73’, quando Borja Mayoral si veste da uomo assist e propizia il toco morbido di Mkhitaryan a battere Krapikas. All’86’ ancora Borja Mayoral spreca un’occasione a tu per tu con il portiere dello Spezia. Al 94’ però è Pau Lopez a salvare la Roma su una girata di Piccoli.
 
Supplementari shock per la Roma. Al 91’ Mancini colleziona il secondo cartellino giallo e lascia i suoi in dieci. Sulla punizione dello Spezia, Pau Lopez in uscita fuori area manca il pallone e abbatte Piccoli, prendendo il rosso diretto: Roma in nove e Fuzato tra i pali al posto di Cristante (Fonseca opera però anche un altro cambio – Ibañez per Pedro – che è il sesto, ovvero una sostituzione non consentita). Al 97’ Saponara di testa mette sopra la traversa. Al 101’ è Maggiore a scaldare le mani al nuovo portiere Fuzato, che si salva alla grande. A inizio secondo tempo supplementare lo Spezia riesce a muovere bene il pallone e trova il gol: palla larga a Saponara a sinistra, invito a Dell’Orco per il cross che trova la testa dell’ex giallorosso Verde (107’). A suggellare la serata dello Spezia anche il delizioso pallonetto di Saponara che all’ultimo minuto beffa Fuzato.
Condividi