Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Europa-League-Il-Milan-espugna-il-Celtic-Park-3-1-firmato-da-Krunic-Diaz-e-Hauge-4c418104-2aca-4d87-99de-cde88a21a645.html | rainews/live/ | true
SPORT

Prima partita della fase a gironi

Europa League. Il Milan espugna il Celtic Park, 3-1 firmato da Krunic, Diaz e Hauge

Rossoneri avanti di due gol nel primo tempo. Calo nella ripresa, gli scozzesi accorciano con Elyounoussi a un quarto d'ora dalla fine. Nel recupero il norvegese, subentrato da poco, cala il tris

Condividi
Il Milan esordisce nella fase a gironi con un confortante 3-1 in casa del Celtic. I rossoneri proseguono la striscia di risultati utili e condividono il comando del Gruppo H con il Lilla, che ha vinto 4-1 sul campo dello Sparta Praga.

Sul terreno del Celtic Park esordisce Dalot, Tonali e Krunic dal primo minuto: queste le scelte di Pioli, che presenta Ibrahimovic come direttore d'orchestra dell'attacco. Fra i biancoverdi di Lennon c'è l'ex Laxalt. I padroni di casa partono con l'usuale grinta e spaventano, per qualche leggerezza di troppo dei giocatori rossoneri, le retrovie del Milan. A cui però basta un lampo per sbloccare la gara e raffreddare lo spirito degli scozzesi: al 14' Castillejo crossa da destra, Krunic si inserisce col tempo giusto e la tocca di testa quanto basta per superare Barkas. Ibra e compagni possono permettersi di non forzare il ritmo. Questo non gli impedisce di trovare il raddoppio prima del riposo: Ibrahimovic innesca la corsa di Hernandez, che aspetta e serve centralmente Brahim Diaz, dribbling stretto e palla nell'angolo basso. E' il 42'.

In avvio di ripresa è Laxalt a sollecitare la difesa rossonera, il suo tiro dal limite sfila alto. Stessa sorte per la conclusione di Christie. Il Celtic, comunque, insiste e il Milan ha il torto di lasciare il comando del gioco agli scozzesi. E' così che, al 76', su corner Elyounoussi salta oltre Tonali e insacca. Il finale si infiamma e Pioli corre ai ripari con gli ingressi di Saelemaekers e Hauge (per Castillejo e Diaz). Mossa azzeccatissima perché al 92' il belga ispira con una verticalizzazione e il norvegese scatta e firma il tris col suo primo gol con la maglia del Milan.
Condividi