Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-Doppietta-di-Ibra-Sampdoria-Milan-1-4-La-Lazio-torna-terza-scintille-per-la-salvezza-4a501f8d-4b7c-484f-93a1-4111f503bb5a.html | rainews/live/ | true
SPORT

Successo del Lecce a Udine, crolla il Genoa

Serie A. Doppietta di Ibra, Sampdoria-Milan 1-4. La Lazio torna terza, scintille per la salvezza

I rossoneri non mollano per il quinto posto. Biancocelesti sul velluto col Brescia, 2-0. In coda, i salentini restano in corsa col 2-1 al 'Friuli' mentre i rossoblù subiscono un pesante 5-0 in casa del Sassuolo: un punto separa le due contendenti all'ultima giornata

Condividi
La Lazio torna al terzo posto rispondendo a Inter e Atalanta, il Milan non molla le chance per il 5° posto che vale l'Europa League diretta. In coda si infiamma la lotta per la salvezza. Questo l'esito del preserale della penultima giornata. Lazio-Brescia 2-0 e Sampdoria-Milan 1-4 in testa, Udinese-Lecce 1-2 e Sassuolo-Genoa 5-0 in coda. Completa il quadro il 3-0 con cui il Verona ha superato la Spal.

Minimo sforzo o quasi per la Lazio, che liquida il già condannato Brescia coi gol di Correa al 17' (bella combinazione con Immobile) e Immobile all'82' (assist di Correa). Diverse altre occasioni per i biancocelesti (tre per Immobile che prende anche un palo, due per Luis Alberto che centra la traversa), le 'rondinelle' mantengono accettabile il margine della sconfitta. Devastante, invece, il Milan a 'Marassi' dove Ibrahimovic è protagonista assoluto. Lo svedese apre lo show già al 4', infilando di testa il cross di Rebic. Al 54' offre a Calhanoglu la palla del raddoppio e al 58' riceve dal turco per l'appoggio comodo che gli vale la doppietta personale. La Sampdoria prova a rovinare i piani rossoneri a inizio ripresa, ma Colley sciupa un gol fatto dopo la respinta di Donnarumma. Al 79', a giochi già fatti, i blucerchiati sbagliano pure un rigore: Maroni esalta Donnarumma. Il gol della bandiera arriva all'87' a opera del neoentrato Askildsen (primo centro in Serie A per il norvegese) e precede il poker calato da Leao al 92'.

Si deciderà domenica l'ultimo scomodo posto per la Serie B. Il Lecce, come aveva promesso Liverani, non si arrende e capovolge caparbiamente il risultato a Udine. Salentini sotto al 36' con Samir che prende l'ascensore sul corner di De Paul e schiaccia in rete. Pari immediato (40') di Mancosu su rigore provocato dal braccio di Becao sul cross di Falco. La rete della speranza arriva all'81': Barack tocca sottomisura per Lapadula che non sbaglia. Contemporaneamente il Genoa viene travolto al 'Mapei' da un Sassuolo che non fa sconti. Traore sblocca al 26' e si divora poi il raddoppio. Magia balistica di Berardi al 40' per il 2-0. Nella ripresa doppietta di Caputo, 66' e 77', che sale a 21 gol in campionato. In mezzo (74') il gol di Raspadori. Domenica Genoa-Verona e Lecce-Parma, i rossoblù sono un punto sopra i salentini e col vantaggio dello scontro diretto.

Partita da saldi di fine stagione al 'Bentegodi', l'Hellas liquida la già retrocessa Spal con la doppietta di Di Carmine, 7' e 11', che mette subito in chiaro i valori in campo. Al 47' il tris di Faraoni.
Condividi