Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-Poker-dell-Inter-a-Ferrara-nerazzurri-soli-al-secondo-posto-e3a72e49-285a-4715-9ef2-ade9e56e9439.html | rainews/live/ | true
SPORT

Il posticipo che ha chiuso la trentatreesima giornata

Serie A. Poker dell'Inter a Ferrara, nerazzurri soli al secondo posto

In gol Candreva nel primo tempo, Biraghi, Sanchez e Gagliardini nella ripresa. Conte è a 6 punti dalla Juventus. Spal sempre più fanalino di coda, la Serie B è questione di matematica

Condividi
L'Inter liquida 4-0 la Spal a Ferrara e si porta solitaria al secondo posto in classifica a 6 lunghezze dalla capolista Juventus. I nerazzurri sono un punto sopra l'Atalanta e due sopra la Lazio. Per gli estensi una sconfitta che conferma l'ultimo posto in classifica: solo la matematica dice che non è ancora Serie B.

Murgia e Strefezza esterni del 4-4-2 di Di Biagio che in attaccosi affida ai 'pesi massimi' Cerri e Petagna. Eriksen titolare dopo due partite in panchina, Lukaku a riposo, le punte di Conte sono Lautaro e Sanchez. Sulle fasce Candreva e Biraghi. Prima emozione di marca ospite, Brozovic scheggia il palo (5') con un rasoterra dal limite. La Spal non rinuncia a giocare e restituisce il legno, la girata in scivolata di Petagna colpisce in pieno la traversa (19'). L'Inter non è molto continua  e le cose migliori la fa in ripartenza. Letica va vicino al pasticcio con un rinvio difettoso, Sanchez da 35 metri non inquadra i pali (ma di poco). Cileno (come Eriksen) molto attivo, è lui a ispirare il gol del vantaggio al 37' con l'apertura che libera Candreva solo davanti a Letica. Strefezza arriva di giustezza sul suggerimento di Petagna ma mette a lato per il disturbo di Handanovic in uscita bassa.

L'Inter accelera a inizio ripresa per chiudere il discorso. Ottimo filtrante di Lautaro per Sanchez, Letica si oppone. Grande occasione sprecata, ma il raddoppio arriva poco dopo (55'): Biraghi si porta il pallone sul destro al vertice dell'area e confeziona un diagonale secco che si infila vicino al palo lungo. L'esterno diventa uomo assist al 60' quando mette sulla testa di Sanchez la palla del 3-0. La Spal continua a sbandare, un retropassaggio sciagurato manda Sanchez sulla linea di fondo dopo aver saltato Letica, passaggio impreciso per Eriksen a rimorchio. Il poker comunque arriva: Young (subentrato a Biraghi) riceve comodo in area e serve Gagliardini per il tocco facile a due passi dalla linea di porta (74'). Ultimo quarto d'ora del tutto superfluo.
Condividi