Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-Successo-3-2-della-Roma-a-Torino-il-quinto-posto-e-matematico-ab3eca8d-fd50-49c1-8fef-0e08085781c0.html | rainews/live/ | true
SPORT

Penultima giornata, definita la corsa all'Europa League

Serie A. Successo 3-2 della Roma a Torino, il quinto posto è matematico

Segna Berenguer, ma i giallorossi capovolgono con Dzeko, Smalling e il rigore di Diawara. Il gol di Singo non riapre la partita. Il Cagliari batte la Juventus 2-0, poker della Fiorentina al Bologna

Condividi
La Roma vince 3-2 sul campo del Torino e ottiene matematicamente il 5° posto che vale l'accesso diretto all'Europa League. Costretto ai preliminari il Milan. che pure aveva cercato di tenere viva la corsa col successo sulla Sampdoria nel preserale. La serata del penultimo turno di campionato si è chiusa col successo del Cagliari 2-0 sulla Juventus e col rotondo 4-0 della Fiorentina sul Bologna.

Granata con Belotti in panchina per l'ultima partita casalinga. La Roma è più motivata e spinge subito sull'acceleratore. Ma viene freddata dal contropiede sull'asse Zaza-Berenguer che mette lo spagnolo in condizione di sbloccare la gara al 14'. Vantaggio del Torino che dura appena due minuti, al 16' Dzeko è abile a concretizzate il lavoro di preparazione di Carles Perez e Mkhitaryan. Giallorossi costantemente in attacco, per il Torino rare ripartenze. Al 23' è sorpasso: corner di Perez, Smalling salta più in alto di tutti e insacca di testa. Prima dell'intervallo Kolarov centra il palo su punizione da 25 metri. La Roma pensa di mettersi al sicuro al 61': Dzeko allunga in area, Djidji fuori tempo lo stende, Diawara non sbaglia dal dischetto. Il Torino ha un sussulto. Al 65' Singo accorcia con una progressione spettacolare sulla destra e una conclusione in diagonale su cui Pau Lopez poteva fare meglio. Belotti in campo per l'ultimo quarto d'ora, ma il 'Gallo' non si mette in evidenza e la Roma conserva il quinto posto.

Il Cagliari festeggia l'ultima stagionale alla 'Sardegna Arena' con un prestigioso successo sulla Juventus appena laureata campione d'Italia. All'8' segna Gagliolo, che ha esordito dal 1', nel recupero del primo tempo raddoppia Simeone con una sassata da fuori che sorprende Buffon. Bianconeri alla sesta sconfitta in campionato (tutte in trasferta), confermati i dubbi dell'ultimo periodo: estrema fragilità difensiva e scarsa efficacia offensiva (anche se Cragno ha fatto alcuni interventi da copertina, decisivo quello su Bentancur appena prima del raddoppio). Pur con tutte le attenuanti della situazione, campionato già vinto e squadra rimaneggiata, per il Lione in Champions, fra poco più di una settimana, serve un deciso cambio di passo.

Chiesa grandissimo protagonista nel poker che schianta il Bologna. Felsinei pure propositivi nel primo tempo, ma nella ripresa non c'è storia. Il talento viola è anche fortunato al 48' quando apre lo score trovando la deviazione fortuita di un difensore. Grandissima giocata, invece al 54': due difensori saltati e tap-in dopo la respinta di Skorupski. All'89' personale tripletta con piatto piazzato sul palo opposto. Intanto, al 74', Milenkovic aveva rimpinguato il punteggio su azione d'angolo. 
Condividi