Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-campionato-serie-A-Genoa-Torino-Thiago-Motta-Mazzarri-987b8746-0a18-4bf4-bf6a-442873f588b2.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, quattordicesima giornata

Il Torino sorride a Marassi, Genoa terz'ultimo ko 1-0

Decide un colpo di testa di Bremer al 77'. In precedenza, i padroni di casa avevano colpito una traversa con Agudelo e un palo con Favilli. I granata salgono a 17 punti, Grifone in zona retrocessione a quota 10

Condividi
Seconda vittoria in due mesi per il Torino, reduce dal ko casalingo con l’Inter, seguito alla vittoria di Brescia. I granata (in maglia bianca da trasferta) passano 1-0 in casa di un Genoa sempre inchiodato alla zona retrocessione: i punti per i rossoblù terz’ultimi sono solo 10 (la squadra di Thiago Motta veniva da due pareggi). Questo il verdetto del secondo anticipo della quattordicesima giornata di campionato, disputato allo Stadio ‘Luigi Ferraris’ di Marassi. Sorride il Toro, che sale a 17 punti.
 
Thiago Motta, che ha perso Zapata nella rifinitura, schiera un 4-3-2-1: Radu; Ghiglione, Romero, Biraschi, Pajač; Cassata, Schöne, Sturaro; Pandev, Agudelo; Favilli. Privo di Belotti, che non recupera dalla botta all’anca rimediata contro l’Inter, Mazzarri in campo con il consueto 3-5-2: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Baselli, Lukić, Ansaldi; Verdi, Berenguer. Arbitra Massa di Imperia. 
 
Il ritmo è buono ma le occasioni scarseggiano. Primo sussulto alla mezz’ora quando un cross di Izzio dalla destra pesca Ansaldi sul secondo palo, che anticipa Sturaro ma non inquadra la porta. Per vedere un tentativo verso la porta del Genoa bisogna attendere il 43’ quando Sturaro calcia trovando la deviazione di Bremer.
 
Il Genoa torna in campo con Ankersen al posto di Ghiglione. Anche in apertura di ripresa il più pericoloso del Toro è Ansaldi, che però ciabatta un po’ il destro che va a mezzo metro dall’incrocio dei pali di Radu. Bella trama rossoblù al 50’, ma sul tocco di Pandev Bremer anticipa Favilli (52’). Buon Genoa. Ci prova anche Agudelo con un sinistro perfido, pallone sulla traversa (56’). Legno anche di Favilli al 57’, il suo destro basso colpisce il palo alla sinistra di Sirigu. Primo cambio per Mazzarri al 64’: Meïté per Baselli. Thiago Motta richiama Favilli e inserisce Pinamonti al 66’. Genoa insidioso con Cassata che impegna Sirigu in una respinta al 68’. Il Toro inserisce Laxalt per Ansaldi al 69’. La partita si sblocca su palla ferma: al 77’ Verdi calcia un corner da destra, Bremer stacca più alto di tutti e di testa la gira in porta per il vantaggio del Torino. All’82’ Verdi dalla distanza, Radu alza sopra la traversa. Nello stesso minuto, ultimo cambio del Grifone: Gümüş sostituisce Sturaro. Terzo avvicendamento anche tra gli uomini di Mazzarri all’86’: Edera per Verdi. Al 91’ su lancio lungo di Rincon stacca Izzo, Radu blocca la schiacciata di testa. Edera colleziona due cartellini gialli in pochissimi minuti e viene espulso al 95’. È l’ultima emozione. Festa granata a Marassi.
Condividi