Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-campionato-serie-A-Milan-Cagliari-Ibrahimovic-Pioli-Di-Francesco-9bab5075-9546-4228-bcdb-b0d3209da27a.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, posticipo della 18ma giornata

Con una doppietta di Ibra il Milan passa a Cagliari e torna solo in vetta

I rossoneri di Pioli si aggrappano al totem svedese, tornato titolare dal 1' in campionato. Il vantaggio sull'Inter ristabilito a 3 punti. Rossoblù sardi in crisi: quart'ultimi con appena 14 punti

Condividi
Il Milan ribatte colpo su colpo all’Inter. I rossoneri (in divisa bianca da trasferta) passano 2-0 a Cagliari trascinati da una doppietta di Ibrahimovic (12 gol come Immobile e Lukaku) e ristabiliscono le distanze dai nerazzurri, che li avevano appaiati dopo il successo sulla Juventus. Dopo il posticipo che ha chiuso la 18ma giornata di campionato la classifica assegna 43 punti alla squadra di Pioli e 40 a quella di Conte. I rossoblù sardi restano quart’ultimi a 14 punti, uno solo in più di Torino e Parma e 2 più del Crotone fanalino di coda.
 
Alla ‘Sardegna Arena’, privo dello squalificato Nandez, Di Francesco schiera il 4-3-2-1: Cragno; Zappa, Godin, Ceppitelli, Lykogiannis; Marin, Nainggolan, Duncan; Pereiro, João Pedro; Simeone. Pioli fa i conti le assenze: Hernandez e Çalhanoğlu positivi si aggiungono a Krunić e Rebić, mentre Gabbia e Bennacer sono infortunati; il Diavolo si mette in campo con il consueto 4-2-3-1: Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Dalot; Tonali, Kessié; Castillejo, Brahim Diaz, Hauge; Ibrahimovic. Arbitra Abisso di Palermo.
 
Milan subito in vantaggio: al 5’ Lykogiannis spinge Ibra nell’area rossoblù, per l’arbitro è rigore che lo stesso svedese trasforma spiazzando Cragno (7’). Il Cagliari fa girare bene la palla, ma non riesce a rendersi pericoloso. Al 25’ Calabria dalla distanza chiama Cragno al tuffo. Lo stesso laterale rossonero centra il palo al 36’. Si scuotono i sardi, ma al 38’ João Pedro calcia a lato un buon suggerimento di Marin.
 
Il Milan torna dagli spogliatoi con Kalulu per Kjaer. Al 52’ arriva il raddoppio rossonero, ancora con Ibra, che sfrutta un assist di Calabria, uno degli uomini più propositivi della squadra di Pioli. Al 57’ Di Francesco inserisce Sottil per Pereiro. Al 63’ Donnarumma in uscita chiude su Simeone lanciato da João Pedro. Secondo cambio di Pioli al 66’: Saelemaekers per Hauge. Nel Cagliari al 69’ Oliva per Duncan. Al 72’ debutta il neoacquisto Meité nel Milan, entrato al posto di Tonali. Al 74’ rossoneri in dieci: Saelemaekers colleziona il secondo cartellino giallo in pochi minuti e lascia il Milan in inferiorità numerica nel finale. Di Francesco prova a risalire con un doppio cambio: Pavoletti per Zappa (79’) e Cerri per Simeone (80’). Cerri si fa subito vedere con un colpo di testa messo in corner da Donnarumma (82'). A ruota, proteste del Cagliari per un contatto in area milanista tra Sottil e Diaz. All’83’ Pioli si copre con Conti per Diaz. Da punizione di Lykogiannis, chance sulla testa di Ceppitelli all’85’, pallone fuori di poco. All’86’ Ibrahimovic dà prova di resistenza fisica cercando ancora la porta e trovando solo l’esterno della rete. Il risultato non cambia neppure dopo i 4’ di recupero.
Condividi