Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-campionato-serie-A-Milan-Sassuolo-Raspadori-ebaff703-7eb5-4f60-9f20-6aaa33663b6e.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, 32ma giornata

Raspadori castiga il Milan, il Sassuolo passa 2-1 a San Siro

Rossoneri illusi da un gol di Çalhanoğlu alla mezz'ora. De Zerbi azzecca la sostituzione e l'attaccante dell'under 21 lo ricompensa con una doppietta in 7'. Brusco stop della squadra di Pioli nella corsa per un posto in Champions League

Condividi
Colpo del Sassuolo in casa del Milan nella partita delle 18.30 della 32ma giornata, giocata in mezzo alla settimana. I neroverdi si impongono a San Siro per 2-1 in rimonta, grazie a una doppietta del subentrato Raspadori. Secondo posto a rischio per i rossoneri, che vedono anche complicarsi la corsa a un posto in Champions League. Squadra di Pioli ferma a 66 punti. Il Sassuolo sale a quota 49.
 
Nel 4-2-3-1 di Pioli, i mediani sono Kessié e Meité, con Saelemaekers, Çalhanoğlu e Rebić dietro l’unica punta Leão. Nello schieramento speculare di De Zerbi l’ex Locatelli e Obiang in mediana, Berardi, Djuričić e Boga a sostengo di Defrel, preferito a Raspadori. Arbitra Sacchi di Macerata.
 
Al 13’ Djuričić di tacco libera Boga davanti a Donnarumma, il portiere rossonero abbassa la saracinesca. Al 26’ una scivolata di Kyriakopoulos mette in corner una conclusione di Leão. Alla mezz’ora passa il Milan con un destro a girare di Çalhanoğlu, servito da Saelemaekers. Prima dell’intervallo, Dalot si oppone a una conclusione di Berardi (43’). Ripresa. Lavoro per Consigli che al 55’ si disimpegna su Saelemaekers e al 61’ su Çalhanoğlu. Fronte Sassuolo, Traoré non c’entra la porta al 66’. Al 76’ pareggio dei neroverdi con Raspadori (dal 64’ per Defrel) che mette in rete un cross di Toljan. Il gioiello dell’under 21 concede il bis all’83’ dopo aver saltato Tomori. Milan in difficoltà, Donnarumma salva su Haraslin (83’) e Kyriakopoulos (84’). Ultima chance rossonero su punizione a due in area (Consigli tocca con le mani un retropassaggio di Ferrari), ma la conclusione di Krunić viene respinta da Raspadori.
Condividi