Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-posticipo-roma-juve-cristiano-ronaldo-veretout-a14ca164-5e4b-4a39-a57a-bb6f631da2f6.html | rainews/live/ | true
SPORT

Seconda giornata

Serie A, la Juve di Pirlo fa 2-2 all'Olimpico contro la Roma

Una doppietta di Cristiano Ronaldo replica a Veretout, anche per lui due reti, e 'salva' i bianconeri all'Olimpico. Campioni d'Italia, che hanno chiuso in 10 uomini per l'espulsione di Rabiot al 62', ora a quota 4 punti in classifica, a 2 lunghezze da Napoli, Milan e la sorpresa Verona. Giallorossi di Fonseca a quota uno

Condividi
Finisce 2-2 il big match tra la Roma e la Juventus. Posticipo della seconda giornata deciso dalle doppiette di Veretout per i giallorossi e di Cristiano Ronaldo per i bianconeri. Juve ora a quota 4 punti, distanziata di 2 lunghezze da Napoli, Milan e Verona. Primo punto per i capitolini.

All’Olimpico campo bagnato dalla persistente pioggia di questi giorni, ma in buone condizioni. In tribuna, assieme ai mille spettatori, ci sono per la prima volta i nuovi proprietari della Roma, Dan e Ryan Friedkin. Fonseca manda in campo Dzeko dal primo minuto e con la fascia di capitano che sembrava ormai un giocatore bianconero. Pirlo di contro schiera subito Alvaro Morata, arrivato da pochissimi giorni, proprio al posto del bosniaco. Giallorossi con il 3-4-2-1: Mirante; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Santon, Pellegrini, Veretout, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko. La Juve risponde con il 4-4-2: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; Kulusevski, Rabiot, McKennie, Ramsey; Morata, Ronaldo. Inizio di studio, la prima vera occasione è della Roma al 13’: grande azione personale di Mkhitaryan che con una serie di dribbling entra in area, però, a tu per tu con Szczesny, si fa ipnotizzare dal portiere polacco. I bianconeri si fanno vedere a metà del primo tempo con una pressione che però produce solo alcuni calci d’angolo. I giallorossi pressano alto e al 30’ Veretout recupera palla, la scambia con Pedro e tira, Rabiot colpisce con il braccio. Per Di Bello è rigore. Dal dischetto va Veretout: Sczcesny devia, palla sul palo e in rete: 1-0 (31’). Sempre su penalty, arriva il pareggio della Juve. Al 43’ Ronaldo entra in area, tocco con la mano di Pellegrini. Dagli 11 metri Cristiano Ronaldo spiazza Mirante per l’1-1 (44’). Ma il primo tempo non è finito e al 46’ arriva il nuovo vantaggio Roma con un contropiede perfetto: Dzeko lancia in campo aperto Mkhitaryan che vola sulla sinistra e mette una palla in mezzo per Veretout che stoppa e fa doppietta (46’).

Nella ripresa si riparte con gli stessi 22 in campo. La Juve prova a forzare, ma la Roma va vicinissima al tris con un’azione sull’asse Dzeko-Spinazzola, con palla ancora per il bosniaco che, tutto solo sul dischetto, calcia sul palo (55’). Risposta bianconera con una girata da buona posizione di CR7, palla però tra le braccia di Mirante (57’). Pirlo effettua due sostituzioni, dentro Douglas Costa e Arthur, fuori Morata e McKennie.  A centrocampo fallo di Rabiot sullo scatenato Mkhitaryan, secondo cartellino giallo ed il francese deve lasciare il campo, espulso (62’).  Altra ghiotta chance per Dzeko, stavolta su cross di Santon, ma il tiro dell’attaccante giallorosso finisce tra le braccia del portiere (64’). Ancora cambi al 68’ con Bruno Peres nella Roma (per Santon) e Bentancur (per Ramsey) nella Juve. La squadra di Pirlo al 69’ pareggia: azione sulla destra di Danilo che crossa in mezzo, imperioso stacco di Ronaldo che, in mezzo a tre difensori della Roma, batte ancora Mirante: 2-2. Fonseca toglie Pellegrini per inserire Diawara (72’), Pirlo sostituisce Kulusevski per Frabotta (85’). Pressione finale Roma, ma resta il 2-2.     
Condividi