Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-serie-A-Benevento-Juventus-Morata-Letizia-4994ea7d-5cfa-4c99-b686-49d091c94c6d.html | rainews/live/ | true
SPORT

Al vantaggio di Morata risponde Gaetano Letizia

Calcio, serie A: il Benevento ferma la Juventus sull'1-1

Esulta il tecnico Filippo Inzaghi che, dopo la vittoria con la Fiorentina, blocca una big del campionato attestandosi in una zona tranquilla di classifica. Partita nervosa, dopo il fischio finale espulso lo stesso Morata

Condividi
Un coriaceo Benevento ferma la Juventus  sull'1-1 allo Stadio Vigorito. I bianconeri mancano così l’occasione di avvicinarsi alla vetta.  
     
Juventus senza Cristiano Ronaldo a riposo concordato, ci sono Dybala e Morata in attacco. Panchina per Bonucci e Kulusevski. In difesa Danilo si sposta al centro in coppia con De Ligt, a sinistra Frabotta per Alex Sandro. Sugli esterni giocano Chiesa e Ramsey. Pippo Inzaghi ritrova Caprari, con Ionita alle spalle di Lapadula. Tre successi in otto gare di questo campionato per il Benevento mentre la Juventus ha vinto solo una delle ultime otto trasferte di Serie A.

In avvio sanniti senza alcun timore reverenziale, anche se la prima sgroppata pur se inefficace è di Chiesa. All’8’ bel cross di Letizia dalla destra: tanti uomini del Benevento in area, ma la difesa bianconera libera. Gioco interrotto, altri applausi e nuovo omaggio a Diego Armando Maradona al minuto numero 10, come avverrà su tutti i campi di A. La partita si sblocca al 21’ con un gran gol di Morata: lancio di Chiesa dalla destra, controllo sul centro sinistra dell'area, sterzata sul sinistro e gran diagonale sul secondo palo: rasoterra, palo-gol.  Al 26’ Dybala sfiora il raddoppio: uno-due con Ramsey che lo smarca al tiro da posizione centrale e sinistro fuori di niente. Reazione del Benevento al 36’ con Lapadula che sfiora il palo di testa su un cross dalla sinistra. Nel recupero del primo tempo  giocata in area di Schiattarella, buon tiro ma Szczesny è reattivo. Neanche il tempo di rifiatare e Letizia sfrutta una ribattuta e con un tiro al volo buca la porta bianconera al 48’.
 
Al 51’ occasione per la Juve. Palla di Frabotta alle spalle della difesa per Chiesa, che crossa in area dal fondo dalla sinistra. Morata va in anticipo, ma manda fuori di testa. Al 62' nella Juve Bentancur e Kulusevski per Arthur e Ramsey, poi Pirlo manda in campo anche Bernardeschi al posto di Chiesa. Nel Benevento dentro Tello, Tuia e Sau, fuori Ionita, Caprari e Lapadula. La ripresa è combattuta, ma il gioco appare spesso confuso con i sanniti compatti e i bianconeri che spesso girano a vuoto. All’86’ tiro insidioso di Dybala ma Montipò non si fa sorprendere. Ben 6 i minuti di recupero, la Juve tenta il forcing ma il risultato non cambia più. Dopo il fischio finale cartellino rosso a Morata per proteste reiterate.
Condividi