Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-serie-a-Rimonta-batticuore-del-Cagliari-Parma-piegato-4-3-nello-scontro-salvezza-c37f42d3-3e00-44c5-8979-f07419b4d955.html | rainews/live/ | true
SPORT

Anticipo al cardiopalmo alla 'Sardegna Arena'

Serie A. Rimonta batticuore del Cagliari, Parma piegato 4-3 nello scontro salvezza

Emiliani avanti già dal 5' con Pezzella. Kucka raddoppia, Pavoletti accorcia prima dell'intervallo. Nella ripresa nuovo doppio vantaggio con Man, i rossoblù si riavvicinano subito con Marin. Clamoroso sorpasso nel recupero, segnano Gaston Pereiro e Cerri

Condividi
Finale da capogiro per un 4-3 di per sé già pazzesco. Il Cagliari agguanta e addirittura vince in extremis lo scontro salvezza col Parma alla 'Sardegna Arena'. Gli emiliani, in vantaggio fin dalle prime battute, vedono sfumare il sorpasso sul traguardo e restano inchiodati al penultimo posto, mentre i sardi cominciano a intravedere il Torino quart'ultimo (ma con due partite in meno).

Pavoletti e Joao Pedro sono le punte del 3-5-2 di Semplici. D'Aversa col consueto 4-3-3, nel tridente Kucka, Cornelius e Man. Chi si aspetta lunghe fasi di studio viene smentito già al 5'. Su sviluppo da calcio d'angolo, Pezzella calcia al volo dal limite e sblocca il risultato. Cagliari stordito, il Parma potrebbe approfittarne ancora con Pezzella, il suo tiro diventa insidioso per la deviazione di Rugani ma Vicario si supera e ci arriva. Intorno alla mezz'ora si passa dal potenziale pari sardo al raddoppio ospite. Valeri concede un rigore per tocco di braccio di Pezzella su centro di Zappa, il Var lo richiama per notare che il braccio in questione è attaccato al corpo. Penalty revocato e allora, al 31', Cornelius tocca di testa per l'accorrente Kucka un lancio dalle retrovie, lo slovacco si infila nella linea difensiva e raddoppia. Dall'abisso il Cagliari trova la forza di risalire. Al 39' cross di Carboni, Pavoletti prende l'ascensore e sovrasta Bani, infilando di testa. Partita riaperta prima dell'intervallo.

Sostituzione per D'Aversa, Mihaila al posto di Kucka, ma è il Cagliari a uscire meglio dagli spogliatoi. Pavoletti non arriva alla deviazione ravvicinata di un cross di Nainggolan che impegna comunque Sepe. Laurini mura Joao Pedro da due passi, sul rimpallo Marin conclude a lato. Concreto e cinico invece il Parma. Al 59' rilancio del portiere, ancora sponda di Cornelius verso Man che evita l'intervento di Rugani, si allarga e colpisce con una rasoiata diagonale dal limite. Semplici si gioca il tutto per tutto: dentro Gaston Pereiro e Simeone, fuori Rugani e Duncan. L'arrembaggio porta subito i suoi frutti. Al 66' pallone respinto proprio al limite dell'area dove arriva Marin con un preciso radente a fil di palo. Di nuovo un solo gol di scarto, sardi a testa bassa. Di un soffio a lato la deviazione aerea di Joao Pedro sul cross di Godin. Risposta emiliana con Kurtic, che gira sopra la traversa da due passi un traversone da corner. Valenti, appena entrato, coglie il palo esterno (Vicario era comunque ben appostato) direttamente dalla bandierina. Sull'altro fronte, Pavoletti manca il bersaglio di testa su cross di Nainggolan. Dentro anche Cerri (fuori Nandez) per quello che sarà un finale pazzesco. Cinque minuti di recupero. Gaston Pereiro si accentra da destra e fa partire un colpo a giro che lascia di sasso Sepe. Pareggio al 92'. Ma non è finita. Mihaila scappa via defilato sulla destra e converge quasi dal fondo, Vicari gli chiude lo specchio e contiene il tiro. Subito dall'altra parte, Gaston Pereiro crossa, Cerri salta più di tutti e mette in buca. Sorpasso al 94', Cagliari in delirio.
Condividi