Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/california-confermato-governatore-newsom-voto-recall-2455db56-e059-478e-9ed3-8454cc60a7ba.html | rainews/live/ | true
MONDO

California, confermato il governatore Gavin Newsom nel voto di richiamo

Gli elettori della California hanno deciso di non spodestare il loro governatore democratico, dopo il richiamo dei repubblicani per le nuove disposizioni sulle mascherine e per le restrizioni

Condividi
La Cnn ha annunciato la vittoria di Gavin Newsom e la sua conferma a governatore della California. Quando la stima dei voti è arrivata al 61 per cento dei seggi, il democratico è al 67,5 per cento con piu' di 5,3 milioni di voti a favore, il doppio dei 'si'' espressi da chi voleva la sua rimozione con un anno d'anticipo rispetto alla normale scadenza. Anche Msnbc ha attribuito la vittoria al governatore con il 67 per cento. La rete conservatrice Fox News gli attribuisce un solido 67,3 per cento dei consensi. Per confermare l'incarico, il governatore doveva ottenere il 50,1 per cento.
 
Gli elettori della California hanno deciso di non spodestare il loro governatore democratico, dopo il richiamo dei repubblicani arrabbiati dalle nuove disposizioni sulle mascherine e dai blocchi Covid-19.    Era comunque ampiamente previsto che Gavin Newsom, che è stato eletto con una valanga di voti nel novembre 2018, sopravvivesse alle elezioni di richiamo, respingendo un campo di 46 sfidanti.    Il principale avversario di Newsom era Larry Elder, 69 anni, una star delle radio di destra, che ha apertamente sostenuto l'ex presidente Donald Trump.
 
Prima ancora che le urne si chiudessero, Elder ha preso una pagina dal manuale delle elezioni del 2020 di Trump, lanciando un sito web che accusa di frode elettorale e chiedendo ai funzionari statali di "indagare e migliorare i risultati contorti" delle elezioni.    La scheda elettorale chiedeva in primo luogo se il 53enne Newsom dovrebbe essere licenziato, e in secondo luogo chi dovrebbe sostituirlo. Per rimanere in carica, Newsom dovrebbe aver vinto vincere più del 50% dei voti mentre secondo gli exit poll avrebbe superato il 60%. Se non fosse riuscito a raggiungere quella soglia, lo sfidante con il totale dei voti più alto - non importa quanto piccolo sia il numero - sarebbe diventato governatore.   
 
Dopo un inizio traballante, il telegenico ex sindaco di San Francisco sembra così destinato a sopravvivere.     L'iniziativa di richiamo, che è costata allo stato circa 280 milioni di dollari, è uno dei 55 tentativi di deporre un governatore nella storia dello stato. I sostenitori del richiamo di Newsom lamentavano che le regole hanno inutilmente tenuto i bambini a casa da scuola e soffocato le piccole imprese.
 
La petizione per rimuoverlo aveva raccolto consensi dopo che Newsom era stato fotografato a cena in un ristorante di lusso, apparentemente in violazione delle sue stesse regole Covid-19, alimentando la percezione che fosse un ipocrita fuori dal mondo. Dal canto loro, i democratici lamentavano il richiamo che il richiamo guidato dai repubblicani potrebbe essere un tentativo di dirottare il governo dello stato: prendere il potere in circostanze straordinarie quando non potrebbero mai farlo in un regolare scrutinio. Per il richiamo, sono state necessarie firme equivalenti al 12% del numero di persone che hanno votato nelle ultime elezioni - in questo caso, 1,5 milioni. La popolazione della California è di circa 40 milioni. L'unico richiamo di successo in California ha portato il culturista-attore Arnold Schwarzenegger alla carica nel 2003. "Il governatore", che ha finito per governare lo stato per piu' di sette anni, e' stato l'ultimo capo esecutivo repubblicano della California.
Condividi