Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/catania-nubifragio-maltempo-strade-come-torrenti-muore-giovane-travolta-acqua-b978c37c-9bd3-430d-9f4a-4a3d972f0847.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Strade come torrenti, allagata piazza Duomo

Maltempo. Forte nubifragio nel Catanese. Un uomo muore travolto dall'acqua

Decine le richieste di intervento da parte di famiglie che sono rimaste isolate e numerosi gli automobilisti soccorsi dalla Protezione civile. Il sindaco: chiudere i negozi, state a casa. Domani il capo della Protezione civile Curcio nella città etnea. Straripa il fiume Simeto. Scuole chiuse a Catania e Messina. Draghi: vicinanza alle popolazioni colpite

Catania, Piazza Duomo
Condividi
Non si contano i danni dell'alluvione che sta mettendo in ginocchio la Sicilia orientale.
Il nubifragio che per ore si è abbattuto su Catania ha trasformato le strade della città, e in particolare la centralissima via Etnea, in un fiume in piena, e piazza Duomo in un lago. Allagato lo storico mercato della 'Pescheria' e invasa anche la fontana da dove emerge per un tratto il fiume sotterraneo Amenano.

A Gravina di Catania un uomo è annegato. Il corpo è stato trovato da volontari della Misericordia sotto l'auto. Inutili i tentativi di rianimazione cardiopolmonare. Secondo una prima ricostruzione, sembra che la vittima, originaria di Pedara ma residente a Catania, sia scesa da una vettura, forse dopo un incidente stradale, in via Etnea. Poi sarebbe stata travolta dall'acqua. Sul posto sono intervenuti anche vigili del fuoco, carabinieri, polizia municipale e personale del 118. Si tratta della seconda vittima in questi giorni di maltempo in provincia di Catania: ieri i vigili del fuoco hanno ritrovato il corpo di un uomo scomparso a Scordia, mentre sono ancora in corso le ricerche della moglie di 65 anni, dispersa in contrada Ogliastro. 

Domani il capo della Protezione civile Curcio nella città etnea
"Domani sarò in prefettura a Catania per toccare con mano la situazione e valuteremo la situazione del meteo. Soprattutto verificheremo che si sia pronti a un peggioramento previsto già per domani sera. I cittadini e le istituzioni devono essere pronti". Lo ha detto il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, a RaiNews24.



Intanto è di nuovo straripato il fiume Simeto, ingrossato dall'ondata violentissima di maltempo e pioggia. Il personale di Anas ha chiuso alla circolazione la  strada statale 192 "Della Valle del Dittaino" in prossimità del km 81, a Catania, per lo straripamento del corso d'acqua, che ha allagato la  sede stradale.  In direzione Siracusa il traffico è fortemente rallentato. L'Anas ha inviato sul posto delle squadre di manutenzione al lavoro per ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile. 

Famiglie e automobilisti sono stati soccorsi dalla Protezione civile regionale e da associazioni di volontari. A Misterbianco, per lo smottamento di fango e detriti da Monte Cardillo, sono state fatte evacuare quattro famiglie. E' stata liberata l'unica strada di collegamento, ma per precauzione gli abitanti hanno lasciato le case, mentre la zona è costantemente monitorata dai volontari della Protezione civile. Le zone maggiormente colpite sono quelle a sud del capoluogo etneo. Allagamenti si registrano al villaggio Santa Maria Goretti, attiguo all'aeroporto, nella zona industriale e nelle zone marinare della Plaia e di Vaccarizzo. 

Finora i vigili del fuoco di Catania hanno eseguito 214 interventi.

Draghi in contatto con Curcio, vicinanza a popolazioni colpite
"Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è in costante contatto con il capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, per monitorare gli sviluppi dell’emergenza dovuta al maltempo che sta investendo il Sud Italia, in particolare la provincia di Catania. Il Presidente esprime vicinanza alle popolazioni colpite e cordoglio per le vittime dei nubifragi di questi ultimi giorni". Lo rende noto un comunicato di Palazzo Chigi.

Chiuso terminal aeroporto
Il nubifragio che si è abbattuto su Catania ha creato qualche problema anche all'aeroporto Fontanarossa. Alcuni voli hanno subito solo ritardi nelle partenze. "Causa persistenti e avverse condizioni atmosferiche - comunica l'ufficio stampa dell'aeroporto - la chiusura del Terminal C prevista per giorno primo novembre, è anticipata a oggi con effetto immediato; pertanto tutte le operazioni di volo verranno eseguite al Terminal A". 

Università, didattica a distanza fino a sabato
A seguito dell'allerta meteo di codice rosso riguardante la città di Catania e la sua area metropolitana, tutte le attività didattiche (lezioni, esami, lauree) dei corsi di studio dell'Università di Catania previste per la settimana in corso (da martedì 26 fino a sabato 30 ottobre 2021) - incluse quelle nelle sedi decentrate di Ragusa e Siracusa - si terranno esclusivamente in modalità a distanza tramite piattaforma MS Teams. Lo rende noto lo stesso Ateneo, sottolineando che le strutture rimarranno aperte per tutte le altre attività. 

Tribunale Catania, sospese udienze in presenza
Udienze in presenza sospese oggi e domani al Tribunale di Catania per il maltempo. La decisione è stata adottata dal presidente del Tribunale Francesco Mannino e dai suoi colleghi. L'ordine degli avvocati aveva chiesto la sospensione fino a sabato. Nell'ex Pretura di via Crispi ci sono state delle infiltrazioni dal 'giardino' presente un terrazzo e l'acqua è "piovuta" in alcune stanze.

Scuole chiuse a Messina e Catania
Scuole chiuse fino a venerdì a Messina per il maltempo che si è abbattuto sulla Sicilia. Lo ha stabilito il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che ha comunicato la sua decisione in una diretta Facebook. Nonostante per domani non sia prevista l'allerta rossa, il sindaco ha disposto, con una ordinanza, la chiusura della scuole. "Ho chiesto alla Prefettura la convocazione di un tavolo tecnico per verificare quale provvedimenti il Consorzio autostradale abbia preso per riaprire la A18 Messina-Catania, c'è un "casino" per venire dalla zona ionica a Messina - ha affermato in diretta Facebook - Quindi anche se le condizioni meteo dovessero migliorare, chiudiamo le scuole nei prossimi 3 giorni, mercoledì, giovedì e venerdì. Questi  ci serviranno per verificare le condizioni degli istituti messinesi alla luce delle criticità legate al maltempo".

Alla luce del nuovo grave evento meteorologico e del bollettino della protezione civile che determina uno scenario con effetti preventivamente non quantificabili con sufficiente accuratezza, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, d'intesa con il Prefetto, ha decretato per domani 27 ottobre la sospensione delle attività didattiche "quale misura idonea a garantire il flusso veicolare le strade cittadine e consentire altresì al personale non docente di garantire l'accesso di eventuali addetti alle manutenzioni degli edifici scolastici per gli opportune controlli". "In diversi plessi, infatti, si registrano danni per via della violentissima ondata di maltempo che ha colpito la città di Catania e sono necessarie verifiche accurate per garantire l'accesso degli alunni in sicurezza", si legge nella nota del Comune.

L'appello del sindaco di Catania: "Non uscite di casa"
Negozi chiusi a Catania per il maltempo. Lo ha disposto il sindaco Salvo Pogliese con un'apposita ordinanza. "A seguito dell'aggravarsi delle condizioni meteo e dei ripetuti inviti ai cittadini a non muoversi da casa per la condizione di emergenza in funzione del rischio a cui è esposta la popolazione - si legge in una nota del Comune - il sindaco Salvo Pogliese ha firmato un'ordinanza, disponendo con effetto immediato e sino alle ore 24 di oggi la chiusura, degli esercizi commerciali ad eccezione delle farmacie, di quelle di prodotti alimentari e di prima necessità del Comune di Catania che invece possono rimanere aperte".

"Da ieri la nostra città vive una drammatica situazione legata alle condizioni meteorologiche che stanno flagellando tutta la parte orientale della Sicilia, eventi eccezionali senza precedenti per violenza e intensità. Purtroppo un uomo è morto a Gravina, vittima di fenomeni atmosferici estremi che, come a Scordia, ci colpiscono con altri lutti. Per la gravità della situazione ho disposto, in accordo con il prefetto, la chiusura immediata di tutte le attività commerciali a eccezione di farmacie, delle attività alimentari e di prima necessità". Così il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, in un post Facebook.

"Tutti gli uomini e le donne della Protezione civile con i volontari stanno lavorando per rispondere alle centinaia di chiamate di emergenza, insieme ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine - aggiunge -. Sono tanti i cittadini intrappolati che chiedono interventi di emergenza per il livello raggiunto dalla pioggia, quasi 150 millimetri caduti in poche ore".

Pogliese quindi ha esortato i catanesi a "non uscire di casa se non per ragioni di emergenza - dice -, perché le strade sono invase dall'acqua. Sono in contatto con la Protezione civile nazionale e nelle prossime ore faremo una riunione con il prefetto e le altre forze dell'ordine per fronteggiare il disastro di queste ore".



Nelle prossime ore persisterà il maltempo
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha esteso l'allerta emessa nei giorni scorsi. L'avviso prevede il persistere di venti da forti a burrasca dai quadranti orientali, sulla Sicilia, con raffiche di burrasca forte o tempesta, specie sui settori sud-orientali. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte. L'avviso prevede inoltre il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, con fenomeni più frequenti sui settori centro-orientali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Per la giornata di domani, mercoledì 27 ottobre, prevista allerta arancione su parte della Sicilia. Allerta gialla su Palermo, sulle restanti aree della Sicilia e sugli estremi settori della Calabria.
Condividi