Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/cerca-sicario-per-sfregiare-fidanzata-arrestato-44480665-5897-4e35-ba3f-121e33aa9549.html | rainews/live/ | true
Rai News
ITALIA

Ai domiciliari informatico 40enne

Operazione Hitman: cerca sicario su Dark web per ridurre l'ex sulla sedia a rotelle

L'uomo ha pattuito il pagamento di diecimila euro in bitcoin al malvivente che doveva anche sfregiare la donna con l'acido. Rintracciato grazie alla collaborazione di Interpol e Europol

Era alla ricerca di un killer italiano per ''spezzare la schiena alla sua ex in maniera tale da farla rimanere paralizzata e costretta a muoversi sulla sedia a rotelle'' e ''versarle dell'acido sul viso''.

E' quanto emerge dall'ordinanza del gip che ha portato agli arresti domiciliari un 40enne manager informatico lombardo, accusato di stalking e tentate lesioni personali aggravate, dopo l'inchiesta della Procura di Roma condotta dal pm Daniela Cento e coordinata dal procuratore Michele Prestipino.

Quasi 10 mila euro in bitcoin il prezzo pattuito nel Dark Web per far sfregiare l'ex, una sua collega romana, con la quale aveva avuto una relazione durata quasi due anni, dal novembre 2018 al luglio 2020.

Dopo la rottura, mentre le inviava fiori e messaggi insistenti, aveva contattato, attraverso la rete anonima Tor il gruppo denominato 'Assassins' e, tramite un intermediario, era riuscito a reclutare un sicario al quale aveva dato istruzioni per sfregiare la ragazza con l'acido e costringerla su una sedia a rotelle.

Intanto, scrive il gip nell'ordinanza cautelare, "l'uomo aveva cominciato a contattare insistentemente la donna al telefono tramite messaggistica istantanea invitandola ad incontri per riallacciare la relazione",

La misura cautelare è stata eseguita dalla Polizia di Stato nell'operazione che è stata chiamata "Hitman", e che ha visto coinvolti gli investigatori di Polizia postale e Squadra mobile.

La notizia era arrivata all'attenzione degli investigatori lo scorso febbraio grazie ad una segnalazione dell'Interpol: la Polizia di un Paese europeo aveva acquisito sul Dark Web alcune conversazioni relative a un delitto su commissione. Un cliente sconosciuto chiedeva a un "intermediario" l'ingaggio di un sicario, un 'Hitman' appunto.

Fondamentale, secondo gli investigatori italiani, il contributo di Europol, che ha effettuato l'analisi delle transazioni finanziarie, che hanno consentito di identificare il responsabile del crimine. Contemporaneamente, la Sezione della Squadra mobile di Roma, specializzata in reati di violenza di genere, ha ricostruito la vita della ragazza, le sue frequentazioni e i rapporti sentimentali, che hanno ricondotto allo stesso profilo di un suo ex fidanzato.