Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/chiuse-indagini-Roberta-Ragusa-Pisa-accusato-marito-antonio-Logli-omicidio-volontario-soppressione-cadavere-92703421-3177-4ab8-ac52-8cf23f729ffd.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La donna scomparve la notte tra il 13 e 14 gennaio 2012

Roberta Ragusa, chiuse le indagini: il marito accusato di omicidio

La donna scomparve dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012.  Per la procura il marito, Antonio Logli, l'avrebbe uccisa e ne avrebbe fatto sparire il cadavere. Le accuse sono di omicidio volontario e soppressione di cadavere

Roberta Ragusa, scomparsa la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012
Condividi
Pisa Il pubblico ministero Aldo Mantovani ha firmato l'avviso di conclusione delle indagini sul marito di Roberta Ragusa, scomparsa dalla sua casa di Gello di San Giuliano Terme la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012; l'atto sarà notificato presto al difensore di Antonio Logli, Roberto Cavani, fuori Pisa per motivi di lavoro. La procura ritiene che Logli abbia assassinato la moglie e ne abbia fatto sparire il corpo. 

Dopo 2 anni e 9 mesi di indagini, questo è un passo necessario verso l'udienza preliminare, che potrebbe svolgersi nella primavera dell'anno prossimo. Ora la difesa potrà chiedere la copia del fascicolo del pubblico ministero per capire quanti e quali elementi siano stati raccolti a carico di Antonio Logli: è lui, da sempre, l'uomo che la Procura della Repubblica ha reputato l'unico responsabile della scomparsa di Roberta Ragusa.

Inizialmente indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere, oggi Antonio Logli è accusato di omicidio volontario (senza l'aggravante della premeditazione) e soppressione di cadavere (visto che del corpo di Roberta Ragusa non è mai stata rinvenuta alcuna traccia).
Condividi