Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ciclismo-giro-d-Italia-Tappa-a-Dombrowski-Gioia-De-Marchi-e-la-nuova-maglia-rosa-3641130a-055a-41d1-a418-2a80f635a18a.html | rainews/live/ | true
SPORT

Quarta frazione, da Piacenza a Sestola

Giro d'Italia. Tappa a Dombrowski. Gioia De Marchi, è la nuova maglia rosa

Le prime salite rivoluzionano la classifica. Lo statunitense vince con 13" sul friulano e lo segue nella generale. Splendida azione della coppia sull'ultimo gpm. Nibali perde terreno dai big

Condividi
Alessandro De Marchi è la nuova maglia rosa del Giro. Il friulano giunge secondo alle spalle di Joe Dombrowski, vincitore della quarta tappa (Piacenza-Sestola, 187 km), la prima 'mossa' da salite impegnative. Rivoluzionata la classifica generale, dietro il leader De Marchi c'è proprio lo statunitense. Bernal traina il gruppo dei big, Vincenzo Nibali perde un po' di terreno.

Meteo inclemente per una frazione che resta piatta per un'ottantina di chilometri e poi presenta continui saliscendi con tre gpm. Dopo 46 km scattano in 24 e guadagnano oltre 5 minuti. Al Castello di Carpineti (gpm di terza categoria) Gavazzi passa davanti a tutti. Subito dopo Hermans, Juul-Jensen e Taaramae danno la scossa ai fuggitivi. L'estone si prende il gpm (terza categoria) di Montemolino. Il gruppo (tirato a lungo dall'ex maglia rosa Filippo Ganna, che si è messo a disposizione di Bernal) è staccato di oltre 8 minuti, mentre il plotone dei fuggitivi è ormai esploso. Taaramae (maglia rosa virtuale) e Juul-Jansen proseguono in accordo, De Marchi prova il riaggancio accompagnato dai più immediati inseguitori.

A meno di 5 km dal traguardo, nel pieno della salita che porta al Colle Passerino (gpm di seconda categoria) Dombrowski e De Marchi passano al comando mentre la coppia di fuggitivi crolla. Nel gruppo, che ha accorciato a tre minuti circa, dà spettacolo Giulio Ciccone e poi si fa vedere Mikel Landa. Dombrowski, intanto, stacca De Marchi, si prende il gpm e vola verso il traguardo negli ultimi 2500 metri di pianura. 
Condividi