Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/clima-biden-invita-putin-xi-vertice-2c2134ba-636f-4975-8a8b-9ea569653c48.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il 22 e 23 aprile

Clima, Biden invita Putin e Xi a vertice globale ospitato da Usa

Telefonata Biden-Johnson: Lotta a cambiamenti climatici cruciale

Condividi
Il presidente Usa Joe Biden ha invitato il presidente della Cina, Xi Jinping, e quello della Russia, Vladimir Putin, al vertice mondiale sul clima che gli Stati Uniti organizzeranno il prossimo 22 aprile. 

Il summit, organizzato dagli Stati Uniti, si terrà il 22 e 23 aprile, in occasione  della Giornata sulla Terra, e vi parteciperanno circa 40 leader mondiali. La decisione di organizzarlo è stata presa da Biden per segnare il ritorno degli Usa nell'accordo di Parigi che era stato ripudiato dall'ex presidente Donald Trump.

La Casa Bianca ha annunciato che Biden ha spedito inviti a un totale di 40 leader internazionali per l'evento. Tra loro anche la cancelliera Angela Merkel e la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. Il vertice intende sottolineare l'urgenza di misure più forti per la protezione del  clima.

Telefonata Biden-Johnson: Lotta a cambiamenti climatici cruciale
"Il primo ministro Boris Johnson ha parlato con il presidente Joe Biden questo pomeriggio. I due leader hanno discusso della lotta contro il coronavirus e si sono aggiornati a vicenda sulla campagna vaccinale nei loro Paesi". É questo il messaggio diffuso da una portavoce di Downing Street, a quanto si legge sul sito del 'Guardian'. "Il primo ministro e il presidente hanno convenuto che la lotta al cambiamento climatico sarà una componente cruciale per la ripresa dalla pandemia", ha aggiunto. Jhonson e Biden "hanno condiviso i loro obiettivi per il vertice sui cambiamenti climatici del presidente in aprile e il vertice COP26 ospitato nel Regno Unito a novembre - ha concluso la portavoce - inclusa la necessità di affrontare il cambiamento climatico e preservare la biodiversità". Johnson e Biden hanno anche discusso della reazione della Cina alle sanzioni occidentali per la persecuzione della minoranza musulmana uigura. Durante il loro colloquio il presidente americano e il premier britannico hanno anche ribadito il loro impegno rispetto all'Accordo del Venerdì Santo, che pose fine al conflitto in Irlanda del Nord nel 1998.

 
Condividi