Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/comunali-roma-letta-priemarie-20-giugno-entro-25-maggio-candidature-6eab2ded-2070-4cc3-8a78-01705e18d322.html | rainews/live/ | true
POLITICA

"Gualtieri sarà il prossimo sindaco di Roma"

Comunali di Roma, Letta: "Primarie il 20 giugno, entro il 25 maggio le candidature"

Le elezioni a Roma saranno "l'inizio di un cambiamento politico in Italia",  ha detto il segretario Pd  a 'Radio immagina'

Condividi
"Le primarie per Roma saranno il 20 giugno. Entro il 25 maggio si presenteranno le candidature. Sarà un grande momento di partecipazione". Così il segretario del Pd, Enrico Letta, a Radio Immagina.

Convintamente con Gualtieri, sarà il prossimo sindaco di Roma
Roberto Gualtieri sarà "il prossimo sindaco di Roma", Enrico Letta non ha dubbi. Il segretario Pd lo ha detto a 'Radio immagina'. "Lo dico con grande forza e nettezza, Roberto Gualtieri sarà il prossimo sindaco di Roma. Ne sono convinto e il Pd ha fatto questa scelta convintamente. Avrà il massimo sostegno e avrà il massimo di possibilità di essere sindaco di Roma", ha detto ancora Letta. "Il Pd ha fatto questa celta perché lui ha il massimo delle probabilità di essere il sindaco di Rona: ha ottime qualità, oltre ad essere romano è colui che ha impersonificato l'idea del Pnrr, dell'Italia di domani". 

Elezioni di Roma inizio del cambiamento politico in Italia
Le elezioni a Roma saranno "l'inizio di un cambiamento politico in Italia",  ha detto il segretario Pd Enrico Letta a 'Radio immagina'."Si è discusso di altre opzioni, credo che Nicola Zingaretti - che è stato molto generoso nell'andare a verificare tutte le opzioni - continuerà a fare bene il presidente della regione e sono convinto che Roberto Gualtieri sarà un ottimo sindaco di Roma, vincerà questa sfida".Ha aggiunto il leader Pd: "Faremo di tutto per fare di questa sfida l'inizio del cambio della politica in Italia. Questa vicenda nasce nel 2016 quando il Pd perse rovinosamente le elezioni che fecero diventare Raggi sindaco di Roma e Appendino sindaco di Torino". Certo, ha ammesso, "è evidente che in queste due città questo lavoro è reso complesso dal fatto che in questi cinque anni il Pd è stato critico e all'opposizione".

A chi farà la tessera dico parteciperete e conterete
"L'obiettivo è di arrivare a 500mila  tessere. Dobbiamo dimostrare che chi partecipa conta. Per questo dico  venite, parteciperete, conterete, discuteremo insieme in questa  avventura, ce la faremo. Sono contento della reazione della gente", ha detto il segretario del Pd a Radio Immagina, sul tesseramento del Pd.

Usare bene i sodi di next generation EU per renderli permanenti
"I soldi del Next generation Eu non sono nostri che sono tornati indietro come dice Salvini, ma soldi nuovi dati a noi più che ad altri. Noi vogliamo che questa operazione non termini con il Covid ma diventi permanente ma perché questo avvenga c'è bisogno di convincere l'Europa che questi soldi li useremo bene", ha detto Letta.

Giustizia, a giorni proposta Pd
"In settimana il Pd presenterà il suo progetto sulla giustizia che è serio e non propaganda come ha fatto Salvini parlando di referendum sulla giustizia che significa solo  buttare la palla in tribuna", ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a Radio Immagina. 

Fisco, no condoni
"I condoni sono una delle cose peggiori che possa esserci, rompe la serietà del rapporto di fiducia tra il cittadino e lo Stato. Noi siamo qui per marcare stretto ed evitare qualsiasi scivolata verso la tentazione condonistica", ha detto Letta.

Covid, si riapre perché c'è stato rigore
"Noi siamo per riaperture irreversibili e le riaperture saranno irreversibili se si rispettano i protocolli e la tempistica. Quello che è avvenuto è stato gestito bene, siamo nelle  condizioni di riaprire oggi perché c'è stata sicurezza e rigore. Noi  siamo stati lì a vigilare e abbiamo sostenuto Draghi e Speranza. Gli  italiani lo sanno, non vanno dietro a pifferai magici". 

 
Condividi