Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/condanna-lucano-orfini-una-cosa-abnorme-salvini-sinista-candida-condannato-b0f3d652-fcbb-4e77-b388-3585f8b857ac.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Fratoianni: "Al fianco di Mimmo"

Condanna Lucano. Letta: "Esterrefatti dalla pena". Salvini: "Sinistra candida condannato"

"Confido che i successivi grado di giudizio possano dargli ragione” dichiara invece il deputato di Italia Viva Gennaro Migliore. Giro (Forza Italia): "Curioso leggere commenti sinistra"

Condividi
La sentenza di condanna dell'ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, spacca la politica. C'è chi parla di pena "abnorme" e chi attacca: "certifica nero su bianco il motivo per cui la sinistra sostiene un certo andazzo: perché ci guadagna".

"Solidarietà e vicinanza nei confronti di Mimmo Lucano, siamo molto esterrefatti per la vicenda e la pesantezza della pena. Ovviamente le sentenze si rispettano ma in questa vicenda ci sono ancora tantissime cose da capire". Così il segretario del Pd, Enrico Letta, a margine di un comizio a Primavalle, quartiere della periferia di Roma.

"Come sempre attendiamo le motivazioni della sentenza, ma la condanna a 13 anni di carcere per Mimmo Lucano appare sproporzionata rispetto agli addebiti e alle stesse richieste della procura. La soddisfazione con cui Salvini ha accolto la notizia dimostra solo che il caso Morisi non gli ha insegnato nulla, continua ad accanirsi sulle persone che considera nemiche senza quel rispetto che giustamente chiede per se' e i suoi amici". Così il vice presidente dei senatori del Pd Franco Mirabelli. "Per carità, leggeremo le motivazioni della sentenza e cercheremo di capire. Ma 13 anni a Mimmo Lucano a me paiono decisamente una cosa abnorme", scrive a sua volta su Twitter Matteo Orfini, parlamentare del Partito Democratico. 

“La abnorme condanna di Mimmo Lucano è tanto grande quanto inattesa. Resto convinto della buona fede e dell’operato positivo di Lucano e confido che i successivi grado di giudizio possano dargli ragione” dichiara invece il deputato di Italia Viva Gennaro Migliore.

"Tredici anni a Mimmo Lucano. Una condanna così non l’abbiamo vista nemmeno per i peggiori criminali in Italia. Mimmo non ha rubato un centesimo, non si è arricchito, non ha fatto del male, non ha sfruttato. Sono fatti. Fatti che emergono dal processo. Davvero siamo all’incredibile. Davvero viene da chiedersi se questo sia compiutamente un Paese democratico. Mimmo ha tutto il nostro sostegno. Ora più che mai. Tre giorni fa ero con lui, oggi gli rinnovo il mio abbraccio". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.

Critico invece il centrodestra.  "Altro che dare la caccia agli omosessuali nella Lega, la sinistra in Calabria candida condannati a 13 anni di carcere!". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini commentando la condanna a Mimmo Lucano. 

"La condanna di Lucano certifica nero su bianco il motivo per cui la sinistra sostiene un certo andazzo: perché ci guadagna. Se poi Salvini e la Lega cercano di smantellare il sistema, allora finiscono nel tritacarne. La sinistra odia Salvini per interesse personale" dice a sua volta in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, componente commissione Trasporti e responsabile nazionale Infrastrutture. "Ora voglio leggere i commenti della sinistra, dei loro giornaloni e dei talk-show-man alla Fazio sulla condanna durissima del sindaco Lucano a 13 anni per aver favorito l'immigrazione clandestina. Sono sempre garantista, ma anche curioso" coclude Francesco Giro, senatore Fi.

Spirlì: "La Calabria non sentirà la mancanza di Lucano"
"Un'altra Calabria è possibile, siamo d'accordo, ma non è quella che vede Mimmo Lucano, capolista in tutte e tre le circoscrizioni calabresi a sostegno di quel de Magistris che cerca di dare lezioni di etica e morale, scegliendo come compagno di viaggio un truffatore, componente di un'associazione a delinquere e favoreggiatore dell'immigrazione clandestina. Lo dicono i giudici e, dunque, non è un pettegolezzo da cortile". Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì,esponente della Lega,  commenta la sentenza del processo "Xenia" sugli illeciti nella gestione dei migranti a Riace.

"La Calabria non sentirà la mancanza del condannato Lucano e non ne patirà l'assenza dalla gestione della cosa pubblica. E' anzi doveroso - aggiunge Spirli' - che l'uomo che per anni è stato il beniamino di tutto il Pd e di tutta la sinistra sinistra, e per il quale la Rai, sempre di sinistra, aveva addirittura prodotto, a suon di milioni di euro, una fiction inutile la quale, ora più che mai, sar materiale da buttare nel cesso, si ritiri immediatamente dalla contesa elettorale. Vergogna sia - continua - per chi lo ha benedetto e inserito, con una leggerezza ingiustificabile, tra i "candidi" da schierare a tutela dei diritti e del benessere dei cittadini calabresi. Non è assolutamente possibile restare silenziosi, diventando complici di più reati che, automaticamente, escludono un candidato dalla possibilità di diventare rappresentante di una Calabria che pretende rispetto delle leggi e correttezza umana. E visto che de Magistris ha puntato tutto su Lucano, difendendolo pubblicamente e a spada tratta, forse oggi, anzi, ora, farebbe meglio a ritirarsi anche lui. La Calabria  - conclude - non sentirebbe nemmeno la sua, di mancanza".

De Magistris: "Per me Lucano uomo giusto"
"Per me Mimmo Lucano è un uomo giusto, un simbolo di umanità e di fratellanza universale: non si è mai girato dall'altra parte di fronte alla richiesta di vita di esseri umani diversi". E' quanto dichiarato da Luigi de Magistris, candidato governatore in Calabria con quattro liste a sostegno in una delle quali figura l'ex sindaco di Riace. "Conoscevo questo paese calabrese prima di Lucano ed era un borgo desertificato, con lui era divenuto ricco di energie, di economia circolare e di comunità viva. Lui non è certo un cultore del diritto amministrativo, avrà pure commesso delle irregolarità ed illegittimità, ma sono convinto che alla fine del suo calvario verrà assolto perché ha agito per il bene e mai per il male. Si deve avere fiducia nella magistratura e nella presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva". Mimmo - ha concluso l'ex pm di Catanzaro rivolgendosi a lui in prima persona - non devi mollare perché sei un uomo buono e giusto e il popolo ti vuole bene".

Appello di solidarietà
"Domenico Lucano, ex sindaco di Riace è stato condannato a 13 anni di carcere. Una condanna così ad un sindaco non ha colpito nemmeno i peggiori criminali in Italia. Mimmo non ha rubato un centesimo, non si è arricchito, non ha fatto del male, non ha sfruttato e questi sono i fatti che tutti conoscono bene! Fatti che emergono con innegabile chiarezza dal processo. C'è ancora da leggere bene la sentenza anche se secondo il quotidiano La Repubblica, Mimmo avrebbe la responsabilità di aver messo in piedi un sistema di accoglienza  con la finalità di riceverne un inspiegabile vantaggio politico. Una condanna abnorme che ci pare incredibile. Certi che i futuri gradi di giudizio restituiranno piena dignità a Mimmo e alla sua storia gli rinnoviamo tutto il nostro sostegno". E' l'appello di solidarietà sottoscritto da deputati, senatori ed europarlamentari di diversi partiti: Pietro Bartolo, Laura Boldrini, Loredana De Petris, Yana Ehm, Elena Fattori, Nicola Fratoianni, Chiara Gribaudo, Francesco Laforgia, Virginia La Mura, Pierfrancesco Majorino, Gennaro Migliore, Rossella Muroni, Paola Nugnes, Matteo Orfini, Erasmo Palazzotto, Giuditta Pini, Fausto Raciti, Sandro Ruotolo, Doriana Sarli, Massimiliano Smeriglio, Simona Suriano, Giorgio Trizzino, Massimo Ungaro, Michele Usuelli, Francesco Verducci.
Condividi