Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/corea-nord-pence-era-pazienza-strategica-finita-1bccbf40-c7a5-4008-896f-3dac6ee91dbf.html | rainews/live/ | true
MONDO

Corea del Nord, Pence: "L'era della pazienza strategica è finita"

Il vicepresidente Usa ha definito "corazzata" l'alleanza tra Washington e Seul e ha ribadito che "tutte le opzioni sono sul tavolo" per fare pressione su Pyongyang affinché si sbarazzi delle sue armi nucleari e del programma missilistico

Condividi
L'era della pazienza strategica degli Stati Uniti verso la Corea del Nord è finita e tutte le opzioni per contrastare il regime di Pyongyang sono sul tavolo. E' il messaggio del vice presidente degli Stati Uniti, Mike Pence, che oggi, al secondo giorno di visita in Corea del Sud ha visitato la Dmz, la zona demilitarizzata che divide le due Coree al trentottesimo parallelo.

Pence ha voluto mandare un messaggio di "risolutezza" ai soldati statunitensi stanziati lungo il confine con la Corea del Nord e di rassicurazione a quelli sud-coreani.

Visitando la Zona demilitarizzata coreana (Dmz), Pence ha definito "corazzata" l'alleanza tra Washington e Seul e ha ribadito che "tutte le opzioni sono sul tavolo" per fare pressione su Pyongyang affinché si sbarazzi delle sue armi nucleari e del programma missilistico.    

Il vicepresidente Usa è poi tornato a definire una "provocazione" l'ultimo fallito test missilistico della Corea del Nord, dicendo di augurarsi che il chiaro messaggio dell'amministrazione Trump venga recepito da Pyongyang.

Trump spera in "straordinarie leve" Cina
Pence ha detto che il presidente americano Donald Trump spera che la Cina userà le sue "leve straordinarie" per fare in modo che la Corea del Nord abbandoni il suo programma missilistico e nucleare. Ieri in un tweet Trump ha affermato che la Cina sta lavorando con gli Usa per risolvere "il problema nordcoreano". Sempre ieri telefonata tra il segretario di Stato americano Rex Tillerson e il ministro degli Esteri cinese Yang Jiechi.
Condividi