Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-20499-nuovi-casi-e-253vittime-741cf05e-9f98-4ff1-8563-312268f6ab17.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La pandemia in Italia

Coronavirus: 20.499 nuovi casi e 253 decessi. Tasso di positività torna al 6,3%

Condividi
La situazione aggiornata in Italia 

Ancora in crescita la curva epidemica in Italia. Sono 20.499 i casi nelle ultime 24 ore (ieri 19.886): mai così tanti dal primo gennaio. Per di più con meno tamponi: 325.404, quasi 30mila in meno rispetto a ieri, tanto che il tasso di positività si impenna fino al 6,3% (ieri 5,6%). I decessi sono 253 (ieri 308), per un totale di 97.227 vittime da inizio epidemia. Prosegue la crescita dei ricoveri: le terapie intensive sono 26 in più (ieri +11), con 188 ingressi del giorno, e salgono a 2.194. I ricoveri ordinari crescono di 35 unità' (ieri +40), 18.292 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. 

Piemonte
Sono 1.526 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 comunicate oggi dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte: di queste, 237 dopo test antigenico, pari al 5.9% dei 25.724 tamponi eseguiti, di cui 16.963 antigenici. Dei 1526 nuovi casi, gli asintomatici sono 542(35,5% ). È quanto emerge dal bollettino della Regione.I casi sono così ripartiti: 201 screening, 827 contatti di caso, 498 con indagine in corso; per ambito: 31 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 155 scolastico, 1.340 popolazione generale. Sono 5 invece i decessi di persone positive al Covid-19 comunicati, di cui 1 di oggi. Il totale è ora di 9.351 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.414 Alessandria, 598 Asti, 380 Biella, 1.108 Cuneo, 774 Novara, 4.262 Torino, 423 Vercelli, 307 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 85 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Lombardia
La Lombardia supera i 4.500 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore con 4.557 infezioni in un giorno. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. 

Veneto
Il Veneto non si attende novità peggiorative dal monitoraggio di stasera, che dovrebbe confermare la regione in fascia gialla. Questo nonostante il trend dei contagi sia tornato da una settimana a far preoccupare. Anche oggi una giornata sopra quota 1.000 contagiati dal virus in 24 ore: sono stati esattamente  1.174 i tamponi positivi al SarsCov-2 e 23 i decessi registrati dal bollettino della Regione. Gli infetti dall'inizio dell'epidemia salgono a 331.451, le vittime a 9.814. Regge però la situazione degli ospedali, che continua a mostrare numeri in discesa. Nei reparti non critici sono ricoverati 1.197 pazienti Covid (-20), mentre è stabile, 134, il dato delle terapie intensive.

Liguria
In Liguria sono altri 5 i decessi di persone positive al coronavirus, secondo l'ultimo bollettino diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 3.620. In ospedale ci sono 543 pazienti covid, 2 in meno di ieri. Di questi, 52 sono in terapia intensiva. Il report registra anche 351 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 3.647 tamponi molecolari, 919.627 da inizio emergenza. Effettuati anche 2.895 tamponi antigenici rapidi, 102.076 dal 14 gennaio scorso. Dei 182.980 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 118.790, pari al 65%. 

Trentino Alto Adige
Boom dell'incidenza settimanale dei casi Covid sulla popolazione nelle Province autonome di Trento e Bolzano, dove si supera la soglia di 250 casi per 100.000 abitanti. Il valore più elevato dell'incidenza settimanale è nella Provincia Autonoma di Bolzano con 539,01 casi per 100.000 abitanti, seguito dalla Provincia Autonoma di Trento con 309,12 per 100.000 abitanti.

Friuli Venezia-Giulia
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.873 tamponi molecolari sono stati rilevati 294 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,01%. Sono inoltre 2.718 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 174 casi (6,40%). I decessi registrati sono 6; i ricoveri nelle terapie intensive sono 56 e quelli in altri reparti 348. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.823, con la seguente suddivisione territoriale: 637 a Trieste, 1.408 a Udine, 591 a Pordenone e 187 a Gorizia. I totalmente guariti sono 61.354, i clinicamente guariti salgono a 1.951, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 9.471.
Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 76.003 persone con la seguente suddivisione territoriale: 14.682 a Trieste, 34.733 a Udine, 16.742 a Pordenone, 8.961 a Gorizia e 885 da fuori regione. Nel dettaglio dei dati odierni, nel settore delle residenze per anziani è stato rilevato un solo caso di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali; nessun tra gli
operatori sanitari all'interno delle stesse. Sul fronte del Sistema sanitario regionale da registrare nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale le positività al Covid di due amministrativi, un infermiere e un medico; nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina di un terapista; nell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale di un infermiere. Infine, da evidenziare il caso di una persona contagiata rientrata dall'estero (Regno Unito).

Emilia-Romagna
In Emilia Romagna dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus si sono registrati 255.479 casi di positivita', 2.575 in piu' rispetto a ieri, su un totale di 40.148 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri e' del 6,4%. Continua intanto
la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanita' e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o piu' anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal 1^ marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni). 

Toscana
Sono 1.254 i positivi in più rispetto a ieri (1.219 confermati con tampone molecolare e 35 da test rapido antigenico). Dall'inizio dell'epidemia
in Toscana sono 154.041 i casi di positività al Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.254 nuovi positivi odierni è di 41 anni circa (il 19% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 132.523 (86% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 14.130 tamponi molecolari e 8.898 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,4% è risultato positivo. Sono invece 11.800 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 16.883, +4,7% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.007 (5 in meno rispetto a ieri, meno 0,5%), 163 in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri, più 2,5%). Oggi si registrano 22 nuovi decessi: 15 uomini e 7 donne con un'età media di 75,8 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 7 a Firenze, 5 a Prato, 3 a Pistoia, 2 a Lucca, 2 a Pisa, 2 a Livorno, 1 a Arezzo Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nei giorni precedenti. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Lazio
Sono 35.433 i casi positivi al Covid-19 nel Lazio. Di questi, 33.386 sono in isolamento domiciliare, 1.830 sono ricoverati non in terapia intensiva, 217 sono ricoverati in terapia intensiva (-10 rispetto a ieri), 5.851 sono deceduti e 190.256 sono guariti. Lo fa sapere l'assessorato alla Sanita' e all'Integrazione Socio Sanitaria della Regione Lazio.

Abruzzo
Sono 594 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 5.828 tamponi: è risultato positivo il 10,19%
dei campioni. Si registrano dieci decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.689. La maggior parte dei casi, oltre il 73% del totale, riguarda ancora una volta le province di  Pescara e Chieti, dove dilaga la variante inglese. Le due aree sono al momento in zona rossa per effetto di un'ordinanza regionale che scadrà domenica. I nuovi positivi hanno età compresa tra sette mesi e 102 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 101, di cui 8 in provincia dell'Aquila, 41 in provincia di Pescara, 33 in provincia di Chieti e 19 in provincia di Teramo. I dieci decessi, uno dei
quali relativo ai giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl competente, riguardano persone di età compresa tra 56 e 96 anni: tre in provincia di Chieti, quattro in provincia di Teramo, due in provincia dell'Aquila e una residente fuori regione. Le località con più nuovi casi sono Pescara (70), Lanciano (34), Montesilvano (29), Chieti (24), Città Sant'Angelo (22) e San Giovanni Teatino (20). A livello provinciale, gli incrementi più consistenti si registrano nel Pescarese (+234) e nel Chietiino (+201). Poi ci sono il Teramano (+92) e l'Aquilano  (+63). Gli attualmente positivi sono 12.731 (+97): 614 pazienti (+5) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 74 (-4, con 4 nuovi ricoveri) sono in terapia intensiva. Gli altri 12.043 (+95) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 39.125 (+487). Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 3.101 test antigenici. 

Marche
Nelle Marche, i casi positivi complessivamente diagnosticati nelle ultime 25 ore sono stati 686 e il totale e' salito a 66.471 dall'inizio della crisi: 14.802 (+144) risiedono in provincia di Pesaro-Urbino, 21.031 (+323) in quella di Ancona, 13.673 (+84) in quella di Macerata, 7.267 (+37) nel Fermano e 7.185 (+66) nel Piceno; inoltre, sono 2.513 (+32) le persone positive non sono residenti nella regione. Per il quarto giorno consecutivo sono in aumento coloro che sono in isolamento volontario nella propria abitazione, ora 17.872 (+371); tra questi, i soggetti sintomatici sono 5.016 (-324), con 396 (+16) operatori sanitari in quarantena. Dall'inizio dell'epidemia i marchigiani che hanno trascorso volontariamente in casa il periodo di isolamento sono diventati 210.042, i casi complessivamente diagnosticati 498.803 e i tamponi processati 821.182, numero che comprende anche i test effettuati sulla stessa persona e il percorso guariti.

Molise
"Ho richiesto di rendere tutta la regione Molise zona rossa da lunedì 1 Marzo. Il Governo ha accolto la mia istanza. È un momento delicato per il nostro territorio e chiedo al Governo - che gestisce la Sanità in Molise attraverso un Commissario nominato da Roma - di cambiare strategia e attivare tutte le misure necessarie. Da parte della Regione, per le residue competenze che ci rimangono, siamo a disposizione". Lo scrive il presidente della Regione Molise Donato Toma su Facebook.

Campania
Ulteriore balzo in avanti per la curva dei contagi in Campania dove il tasso di incidenza dei positivi oggi è dell'11,23%. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania sono 2.519 (di cui 467 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 22.416 tamponi esaminati. Ieri l'incidenza era del 10,08%;Undici le persone decedute, delle quali nove nelle ultime 48 ore, e 1779 le persone guarite. Aumentano i pazienti in terapia intensiva: ieri i posti letto occupati erano 131 ed oggi sono 144; mentre cala la degenza ordinaria dove ieri i posti letto occupati erano 1305 ed oggi 1294. 

Basilicata
Aumento dei casi di positivita' al Covid in Basilicata nella fascia tra 0 e 20 anni. Il bollettino di oggi della task force della Regione consegna una percentuale del 21%, in leggero calo rispetto a ieri, quando era pari al 25%, ma ugualmente la piu' alta degli ultimi tempi. È quanto emerge dal commento giornaliero dei dati a cura del coordinatore della task force regionale, Michele Labianca, pubblicata sulla pagina Facebook della giunta regionale. Sempre piu' rappresentata, inoltre, la fascia 21 - 64 anni, pari al 63%. Contenuta la percentuale degli ultra 65enni, pari al 16%. L'eta' media dei positivi e' tra i 41 e i 43 anni. Nel bollettino odierno, inoltre, non risultano positivi relativi a strutture di assistenza per anziani.

Calabria
In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 547.334 soggetti per un totale di tamponi eseguiti pari a 579.690 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu' test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 37.533 (+241 rispetto a ieri), quelle negative 509.801. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute. I casi confermati oggi sono cosi' suddivisi: Cosenza 58, Catanzaro 20, Crotone 11, Vibo Valentia 41, Reggio Calabria 111. Altra Regione o Stato estero 0. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 174.

Puglia
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi in Puglia, sono stati registrati 8.179 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.104 casi positivi: 429 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 75 nella provincia BAT, 172 in provincia di Foggia, 76 in provincia di Lecce, 258 in provincia di Taranto, 3 casi fuori regione, 3 casi provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 22 decessi: 9 in provincia di Bari, 1 in
provincia BAT,  2 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.540.574 test. 108.948 sono i pazienti guariti. 32.039 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia e' di 144.874 cosi' suddivisi: 55.276 nella Provincia di Bari; 15.468 nella Provincia di Bat; 10.736 nella Provincia di Brindisi; 29.146 nella Provincia di Foggia; 12.298 nella Provincia di Lecce; 21.207 nella Provincia di Taranto; 580  attribuiti a residenti fuori regione; 163 provincia di residenza non nota.

Sardegna
Sono 41.027 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 70 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 756.558 tamponi, per un incremento complessivo di 3.890 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività dello 1,7%. Si registrano 5 decessi (1.147 in tutto). Sono invece 224 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-5), mentre sono 22 i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.571. I guariti sono complessivamente 26.840 (+140), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 223. Sul territorio, dei 41.027 casi positivi complessivamente accertati, 9.726 (+26) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.579 (+14) nel Sud Sardegna, 3.477 (+7) a Oristano, 8.161 (+13) a Nuoro, 13.084 (+10) a Sassari.

Sicilia
Flessione in Sicilia per quanto riguarda i contagi da Covid. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute i nuovi positivi sono 578 (ieri 613), a fronte di un minor numero di tamponi processati, 24.570, e cala leggermente l'indice di positivita' al 2,3%. Aumentano pero' i decessi, 21 (+6), mentre i guariti nelle ultime 24 ore sono 986. Continua a calare il numero degli attuali positivi, oggi di 429 unita' attestandosi a 26.597. Prosegue il calo dei ricoveri nei reparti ordinari, 776 (-23), quasi stabili le terapie intensive, 132 (+1), con 8 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare vi sono 25.689 persone.



 
Condividi