Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/coronavirus-Cinesi-con-febbre-su-nave-Civitavecchia-fermi-in-6mila-imbarcazione-Costa-Crociere-nel-porto-53b7e931-d169-40dc-b219-ac54584cdfb0.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Test sulla coppia a bordo

Donna cinese con febbre su nave, fermi in 6mila nel porto di Civitavecchia

Costa Crociere (foto d'archivio Ansa)
Condividi
Un caso sospetto di Coronavirus (inizialmente si era parlato di due) è in isolamento nell'ospedale di bordo di una nave della Costa Crociere ferma al porto di Civitavecchia.

Una donna di Hong Kong con febbre e problemi respiratori, è stata raggiunta dai medici dello Spallanzani per realizzare i test.

Secondo quanto si è appreso gli altri passeggeri, 6 mila circa, al momento non potrebbero scendere dalla nave.

La donna (insieme al marito), salita a Savona alcuni giorni fa, era arrivata in Italia a Malpensa il 25 gennaio.

Costa Crociere - in uno comunicato ufficiale - ha confermato di aver attivato il protocollo sanitario per un caso sospetto, relativo ad un'ospite di Macao attualmente a bordo di Costa Smeralda.   

"La donna, di 54 anni, è stata posta in isolamento nell'ospedale di bordo la scorsa notte, insieme al suo compagno di viaggio. Appena è stato rilevato il caso sospetto - spiega - lo staff medico di bordo ha immediatamente attivato le procedure sanitarie previste in questi casi".     

"Le autorità sanitarie, prontamente informate - continua il documento - si trovano attualmente a bordo per effettuare gli accertamenti necessari. La nostra priorità è quella di garantire la salute e la sicurezza di ospiti ed equipaggio. La compagnia si è messa a completa disposizione dell'autorità sanitaria e si atterrà strettamente alle sue indicazioni. Costa Crociere applica le procedure previste in questi casi dall'autorità sanitaria internazionale e italiana.   

La nave che si trova attualmente ormeggiata a Civitavecchia, proveniva da Palma di Maiorca, ed è attualmente impegnata in crociere di una settimana nel Mediterraneo occidentale". 

Dai primi controlli sulla paziente cinese risulterebbe una situazione di salute della donna che sarebbe stata giudicata dai sanitari non preoccupante con "lievi sintomi" influenzali. Per la certezza sulle sue condizioni e per escludere o confermare il contagio con il coronavirus sarà comunque necessario attendere i risultati dei prelievi che sono stati inviati allo Spallanzani e che dovrebbero arrivare nelle prossime ore. Sulla nave ci sono 751 cinesi compresi quelli di Hong Kong di cui 374 imbarcati a Savona. 
Condividi