Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-asta-bergamo-federica-pellegrini-cimeli-sportivi-d9f7b4fe-f5b5-41f8-8ed9-07c2429320e2.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La "Divina" intanto si prepara per le prossime Olimpiadi

Coronavirus: un'asta per Bergamo, Federica Pellegrini offre i suoi cimeli sportivi

Si è svolta oggi l'asta online per i 59 oggetti, sportivi e no, usati da Federica Pellegrini, per la raccolta fondi promossa a favore dell'ospedale di Bergamo. "E' stata una cosa laboriosa, costruttiva e complicata da fare ma ce l'abbiamo fatta: speriamo di dare una mano a Bergamo"

Condividi

Si è conclusa l'asta per 59 oggetti, sportivi e no, di Federica Pellegrini, per la raccolta fondi promossa a favore dell'ospedale di Bergamo.Tra gli oggetti anche gli occhialini dell'oro di Pechino: "Ho visto, fanno gola un po' a tutti". 

Emozionata
"Sono emozionata, è stata una cosa complicata da fare, ma alla fine ce l'abbiamo fatta e spero di dare una mano concreta a Bergamo. Sarà dura separarmi dagli occhialini di Pechino. Mentre preparavo quella valigia che doveva partire con quegli oggetti un po' mi tremavano le mani, ma è per una buona causa".

Asta online
L’asta si è svolta fino alle 17.30. La campionessa di nuoto ha deciso di mettere all'asta 59 cimeli tra i più significativi della sua vita sportiva, ma anche delle sue esperienze nel mondo dello spettacolo e nove pannelli fotografici autografati. Tra i pezzi più pregiati, gli occhialini con cui vinse l'oro olimpico nelle Olimpiadi di Pechino 2008. L'intero ricavato sarà devoluto all’ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII, epicentro del territorio più colpito dall'emergenza sanitaria legata al Coronavirus. L'evento è gestito tramite il portale www.6enough.eu e trasmesso in diretta streaming. Federica Pellegrini segue l'asta in collegamento da casa, supportata dalla presenza di Frank Matano.

Lo sport non è solo calcio
"In un pensiero di riapertura generale, lo sport deve essere considerato come un grande lavoro che serve alla nazione. Mi spiace sentir parlare solo di calcio in questi giorni, esistono anche tutti gli altri sport". Lo ha detto Federica Pellegrini, ospite di "Tutti convocati" su Radio 24. "La salute viene prima di tutto, ma se si ricomincia ad aprire, riapriamo almeno lo sport per i professionisti, per noi cambia tanto quando siamo fermi il pomeriggio del sabato e domenica e quando lo siamo per un mese e mezzo". 

Olimpiadi
"Usciamo da questa quarantena e rimettiamoci sotto. Sono caratterialmente molto tignosa, mi sono data l'obiettivo della quinta Olimpiade. Non mi preoccupano le motivazioni, ma in un anno nel nuoto cambiano tante cose, magari in un anno viene fuori una ragazzina nuova. Compirò 32 anni ad agosto, ho avuto tempo di prepararmi prima della decisione ufficiale del rinvio. Dipenderà anche molto dal mio fisico, a quest'età non si approcciano gli allenamenti come a 20 anni, ma per ora sono a bordo".

Portabandiera a Tokyo
"I due portabandiera maschio-femmina? Non sono così d'accordo, il capitano è uno, che sia maschio o femmina, lo sono stata io 4 anni fa, può esserlo un altro. La squadra si deve identificare dietro una persona, senza levare nulla a nessuno, continuerei la tradizione". 
Condividi