Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/coronavirus-austrai-kurz-non-apriremo-a-chi-non-ha-situazione-sotto-controllo-8590e16c-7856-4061-9477-3948b37532d7.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Coronavirus

Austria, Kurz: " Non apriremo a chi non ha la situazione sotto controllo"

"Faremo di tutto per non mettere in pericolo la nostra salute e mantenere basso il contagio e i confini con i Paesi che non hanno ancora sotto controllo la situazione restano chiusi". Il ministro per gli Affari europei Amendola: "No a proclami unilaterali"

Condividi
"In nessun caso apriremo i nostri confini a Paesi che non hanno ancora la situazione" dei contagi da coronavirus "sotto controllo". Lo afferma su Twitter il cancelliere austriaco Sebastian Kurz. "Gli ospiti devono sentirsi a proprio agio e al sicuro come quasi in nessun altro Paese al mondo", ha aggiunto Kurz. "Faremo di tutto per non mettere in pericolo la nostra salute e mantenere basso il contagio e i confini con i Paesi che non hanno ancora sotto controllo la situazione restano chiusi". 

"I confini con l'Italia e la Slovenia non si apriranno così rapidamente perché sono delicati", ha detto ancora  Kurz riferendosi ai confini che saranno aperti prossimamente tenendo conto dell'evolversi dell'epidemia di coronavirus in Austria ma soprattutto dei Paesi vicini, tra essi anche l'Italia.   Il cancelliere austriaco, durante l'annuncio dell'inizio della stagione turistica in Austria fissandola al 29 maggio, ha aggiunto che "gli ospiti austriaci e quelli provenienti da paesi 'sicuri', come la Germania, sono benvenuti". Il 15 giugno saranno aperte completamente alla libera circolazione le frontiere tra Austria, Germania, Svizzera e Liechtenstein; e saranno riaperti anche hotel, pensioni e sistemazioni per vacanze in fattoria.   

"Sono felice che questa estate potremo garantire un massimo di sicurezza e un massimo di divertimento agli austriaci e agli ospiti provenienti da altri paesi sicuri", afferma Kurz. "Il turismo - prosegue il cancelliere - è un importante motore dell'economia e del benessere e crea centinaia di migliaia di posti di lavoro".

Kurzribadisce che il governo si impegnerà per un "buon modello di sicurezza". "L'obiettivo - afferma - è sentirsi bene e sicuri". Per questo motivo chi opera nel settore turistico sarà regolarmente sottoposto a test.

Amendola: no a scelte unilaterali sui confini
"Chiudere i confini esterni per invogliare il turismo in Austria non mi sembra una trovata sensazionale. Noi lavoriamo in coordinamento con la Commissione europea per una gestione delle frontiere coordinata in base ai dati epidemiologici. Non è tempo di spot o proclami unilaterali, ma di intenso lavoro per unire l'Europa in questa fase delicata". Così Enzo Amendola, Ministro per gli Affari europei, commenta le parole del Cancelliere austriaco Sebastian Kurz
Condividi